17 Agosto 2022 15:00

Come moltiplicare il rosmarino: consigli per coltivarlo a casa

Come piantare e moltiplicare il rosmarino in casa. Tre metodi semplici ed efficaci per ottenere piante di rosmarino profumate e rigogliose in poco tempo.

A cura di Rossella Croce
114
Immagine

Fresco, profumato e dall'aroma pungente, il rosmarino è senza dubbio una delle erbe aromatiche più usate in cucina, in grado di dare ai nostri piatti una marcia e un gusto in più. Molto facile da trovare sulle coste delle zone mediterranee, il rosmarino vanta numerose proprietà benefiche: è un antinfiammatorio, antibatterico e antispastico naturale, ha un effetto energizzante ed è anche un ottimo diuretico. Fresco o secco, il rosmarino è protagonista di salse, sughi, piatti al forno e perfino torte e dolci: un elemento che non può mancare nelle nostre credenze e che, con un po' di pollice verde, possiamo facilmente veder crescere rigoglioso nelle nostre case, cos' da averlo sempre a disposizione. Hai deciso di coltivare una pianta di rosmarino sul tuo balcone e sei alla ricerca di modi semplici ed efficaci per farla moltiplicare? Forse non tutti sanno che, a differenza di altre piante, per far crescere un nuovo rosmarino non servono necessariamente dei semi, basta infatti un rametto e qualche trucco e il gioco è fatto.

1. Moltiplicazione per talea in acqua

Immagine

Per moltiplicare il nostro rosmarino e vederlo crescere rigoglioso sul nostro balcone abbiamo bisogno di una talea lunga circa 15 centimetri e dello spessore di due o tre millimetri, è importante inoltre che non sia troppo giovane e che non superi i due anni di vita. Una volta trovata la talea giusta, con delle cesoie facciamo un taglio diagonale alla base ed eliminiamo i rametti più bassi, sistemiamo la talea in un bicchiere alto con 3 o 4 cm di acqua e lasciamola lì per 20 giorni, avendo cura di cambiare l'acqua ogni due giorni. Trascorso il tempo necessario, dalla talea vedremo spuntare delle piccole radici e a questo punto potremmo piantarla in un vaso di medie dimensioni con un mix di terra.

2. Moltiplicazione per talea in vaso

Immagine

In alternativa al metodo in acqua, possiamo moltiplicare il rosmarino direttamente nella terra. Prendiamo la talea (come prima, di almeno 15 centimetri e spessa 2 o 3 millimetri e non troppo secca), tagliamo la base di obliquo e sistemiamola in un vaso di medie dimensioni con un mix di torba composto all'80% da terra e al 20% di sabbia. Annaffiamo accuratamente il terreno e creiamo un piccolo "effetto serra": sistemiamo dei bastoncini nel terreno e copriamo il vaso con un sacchetto di plastica, infine mettiamo il vaso in un luogo luminoso ma non esposto direttamente ai raggi del sole. Per ottenere la moltiplicazione del rosmarino è importante che il terreno sia sempre umido, in questo modo in circa quattro mesi, il rosmarino inizierà a crescere rigoglioso.

3. Moltiplicazione per seme

Immagine

È possibile moltiplicare il rosmarino utilizzando i semi della pianta che troviamo all'interno dei fiori. Per piantare i semi, occorre aspettare che i fiori siano secchi e che i petali siano caduti: a questo punto prendiamo un vaso di medie dimensioni, riempiamolo per i 3/4 con la terra, quindi versiamo i semi al centro e ricopriamoli smuovendo la terra con una forchetta; anche in questo caso, creiamo l'"effetto serra" annaffiamo il terreno che dovrà rimanere sempre umido e sistemiamo il vaso in un luogo luminoso della casa. Dopo circa dieci giorni vedremo spuntare le prime piantine e a questo punto potremo sistemarle, se vogliamo, in più vasetti.

114
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
114