1 Dicembre 2022 15:00

Come evitare gli sprechi quando usi la lavastoviglie: 6 consigli

Dal carico alla disposizione di piatti e padelle, passando per il programma giusto e il momento perfetto per azionarla: ecco sei consigli per risparmiare e ridurre gli sprechi quando usiamo la lavastoviglie.

A cura di Rossella Croce
32
Immagine

Sull'utilità della lavastoviglie in cucina non c'è probabilmente bisogno di soffermarci: ci permette di risparmiare tempo ed energie soprattutto quando, stanchi dopo una lunga giornata di lavoro, non abbiamo proprio voglia di lavare i piatti; con un piccolo gesto ci assicura sempre pentole e padelle lucenti ed è facilissima da usare. Pur essendo uno dei più utilizzati, fortunatamente la lavastoviglie non rientra nella top list degli elettrodomestici più energivori: nonostante questa buona notizia, è importante sapere come usarla correttamente, con qualche consiglio per evitare sprechi e contenere così il peso della bolletta senza per questo rinunciare a piatti e bicchieri brillanti. Come fare? Caricarla completamente e nel modo giusto, fare attenzione al momento della giornata in cui la azioniamo e strizzare l'occhio all'ambiente scegliendo il programma più giusto sono solo alcuni dei piccoli gesti che ci aiutano a risparmiare. Vediamo, nel dettaglio, come agire.

1. Evitare il prelavaggio a mano

Immagine

Prima di riporre piatti, bicchieri e stoviglie sporche in lavastoviglie, molti hanno la – cattiva-  abitudine di prelevare il tutto a mano, credendo forse di facilitare o ridurre il lavoro del nostro elettrodomestico. Potrà sorprendere ma prelevare i piatti e fargli fare un giro nel lavandino non solo non è utile ma rischia di essere anche dannoso, sopratutto per il peso delle nostre bollette. I motivi per cui non è consigliabile prelevare sono due: il primo è che la lavastoviglie agisce più efficacemente quando i piatti sono davvero sporchi, il secondo è che è un inutile spreco di tempo, energie, detersivo e… acqua corrente. La strada dalla tavola alla lavastoviglie insomma, non prevede pit stop intermedi.

2. Azionarla solo a pieno carico

Immagine

Chi pensa che la lavastoviglie funzioni meglio solo se "piena a metà" probabilmente non ha mai avuto una lavastoviglie in casa. Per risparmiare ed evitare gli sprechi non è importante quanto carichiamo la lavastoviglie ma come lo facciamo: le stoviglie più sporche nel piano inferiore, nelle parte laterale piatti e vassoi, mentre nella zona centrale vanno messi pentole e padelle. Riempire la lavastoviglie solo a metà non ci farà risparmiare energia o acqua ma, al contrario, ci costringerà a usarla più spesso e quindi a gonfiare costi e bollette.

3. Scegliere il programma più adatto

Immagine

I modelli più comuni di lavastoviglie presentano, mediamente, tre o quattro programmi tra cui scegliere, di cui sicuramente uno ad alte temperature, uno rapido e uno ecologico e/o a risparmio energetico che utilizza meno acqua e che "lavora" a temperature non più alte di 50° C. A meno che le stoviglie non siano irrimediabilmente incrostate, proviamo a scegliere sempre il programma ecologico, farà bene all'ambiente e al nostro portafogli.

4. Attenzione alla manutenzione

Immagine

Una lavastoviglie sempre ben pulita e in buone condizioni è senza dubbio una lavastoviglie che lavora meglio e che ci permette di evitare gli sprechi. Una volta a settimana è sempre consigliabile controllare lo stato del filtro e pulirlo almeno una volta al mese lasciandolo semplicemente in ammollo in acqua bollente e aceto; facciamo attenzione anche ai cestelli e ai bracci rotanti che andranno igienizzati e puliti da eventuali residui di cibo. Tutti gli elettrodomestici necessitano di cura e attenzione e la lavastoviglie non fa certo eccezione: la vostra bolletta vi ringrazierà.

5. L'orario non è indifferente

Immagine

In Italia la fatturazione del consumo di energia elettrica è regolato e suddiviso in fasce, motivo per cui conoscere i momenti della giornata in cui il prezzo dell'energia è più basso ci permette un sensibile risparmio in bolletta. In particolare, esistono due tipologie di fatturazione: la fascia monoraria in cui il costo dell'energia resta invariato in tutte le ore del giorno e la fascia multioraria in cui cambia in base all'orario e in cui, nella maggior parte dei casi, nelle ore serali e nei giorni festivi il prezzo è notevolmente ridotto. Controlla, in bolletta, la tua fascia di fatturazione e scegli il momento della giornata in cui azionare e far lavorare la lavastoviglie può aiutarti a risparmiare ed evitare sprechi.

6. Evitare l'asciugatura

Immagine

Molti modelli di lavastoviglie presentano il programma "asciugatura" che, se da una parte lascia i piatti asciutti e lucenti, dall'altra implica un maggiore consumo di energia. L'asciugatura può essere facilmente "sostituita" da un gesto semplice e decisamente più economico: dopo ogni lavaggio infatti, ci basterà aprire il portello e lasciare che i piatti asciughino da soli. Aprire subito il portello della lavastoviglie evita anche che al suo interno si accumulino umidità e, lungo andare, muffe e cattivi odori. In alternativa, un panno di cotone asciutto e un pizzico di pazienza andranno benissimo.

32
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
32