17 Dicembre 2021 15:00

Come conservare il pane: trucchetti per mantenerlo fresco più a lungo

L'involucro giusto, il posto migliore e la temperatura corretta: ecco una guida semplice e precisa su come conservare il pane e mantenerlo fragrante e saporito come appena acquistato.

A cura di Rossella Croce
67

Immagine

Cosa c'è di meglio del profumo di pane appena sfornato? E della crosta croccante, ne vogliamo parlare? Il sapore e l'aroma del pane fresco sono sicuramente senza eguali, ma non sempre abbiamo la possibilità di acquistare il pane di giornata e averlo a disposizione nelle nostre cucine. Per evitare inutili sprechi alimentari, è importante sapere come conservare il pane e mantenerlo fresco per quanto più tempo possibile: anche quando si tratta di pane confezionato o pan bauletto. Come mantenere il pane tenero per il giorno dopo? Quali involucri usare e dove riporlo? Scopriamo tutti i trucchi e i segreti per conservare il pane e mantenerlo fresco più a lungo.

Il contenitore giusto

Prima di sapere "dove" conservare il pane per mantenerlo fragrante e croccante, è importante scegliere l'involucro adatto. Abbiamo visto che, se lasciamo il pane all'aperto, l'umidità presente nella mollica tenderà a disperdersi nell'ambiente e a lasciare quindi il pane asciutto e duro: per rallentare questo processo, potete scegliere tra due opzioni:

  • Sacchetto di carta: meglio se quello del panificio, il sacchetto di carta è probabilmente la scelta migliore per conservare panini, filoncini e baguette. Perché? La carta è il materiale che più di altri è in grado di assorbire l'umidità e mantenere quindi il pane croccante e fragrante. Per conservarlo in modo più efficace fino a tre giorni, lontano da fonti di calore o luoghi umidi, avvolgete il pane nella busta di carta e poi in una busta di plastica, questa infatti rallenterà ulteriormente il processo di evaporazione della componente umida;
  • panno di cotone: sull'efficacia di questo metodo non siamo noi a esprimerci bensì le nostre nonne e, di conseguenza, non potevamo non riportarlo. Per conservare a lungo il pane mantenendo quasi del tutto intatti consistenza e sapore potete avvolgerlo in un panno di cotone pulito, facendo un fagotto ben chiuso: il cotone, come la carta, garantisce un buon equilibrio della componente umida e in questo modo il pane resta fragrante e non corre il rischio di diventare secco e duro.
Immagine

Dove conservare il pane

Dopo aver scelto l'involucro giusto, dove riporre il pane per essere certi che non indurisca in poco tempo? L'umidità è nemica del pane ed è quindi importante conservarlo in un ambiente asciutto e lontano da fonti di calore: se la temperatura della cucina non è troppo alta, potete semplicemente tenere il pane sul tavolo, ma lontano dai fornelli; se invece il clima della cucina è caldo o umido, il nostro consiglio è di riporre il pane in dispensa o in un cassetto chiuso.

Per quanto tempo possiamo conservare il pane? A questa domanda non esiste una sola risposta perché oltre alla tecnica di conservazione influisce anche la qualità del prodotto, in base a questo fattore infatti il pane può essere conservato da un minino di tre giorni a un massimo di due settimane.

Immagine

Come congelare il pane

Il modo migliore per conservare il pane per lungo tempo è senza dubbio congelarlo, così da averlo sempre a disposizione e non correre il rischio di sprecarlo. Per farlo correttamente, è importante seguire alcune semplici regole:

  • Tempo: se decidete di congelare il pane, fatelo subito dopo averlo acquistato (entro 12 ore andrà benissimo), in questo modo baguette e panini subiranno il processo di congelamento prima di iniziare a indurirsi e, una volta scongelati, rimarranno fragranti e saporiti;
  • involucro: la carta va bene per conservare il pane a temperatura ambiente ma non è adatta al freddo del vostro freezer. Meglio optare per un sacchetto di plastica adatta al congelamento o per una semplice quanto efficace pellicola per alimenti;
  • porzioni: il nostro consiglio è di congelare il pane solo dopo averlo tagliato a fette e diviso in porzioni. In questo modo sarà più agevole la scelta della quantità da scongelare in base alle vostre esigenze;
  • dove: il pane da congelare va riposto nello scompartimento più basso del freezer, qui potrete conservarlo fino a tre mesi;
  • etichetta: prima di congelare il pane, sistemate un'etichetta riportante la data di congelamento.
Immagine
67
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
67