Si chiama Childfood – Recipes for Young Coolinary Explorers e sarà un libro di cucina per bambini dai 5 ai 13 anni, che conterrà 23 ricette ideate da altrettanti top chef internazionali, corredate da 23 storie che racconteranno il viaggio nei secoli delle materie prime più usate in cucina, con illustrazioni create da grandi artisti provenienti da tutto il mondo. Il progetto è stato ideato da Luca Scarcella, giovane giornalista italiano che vive a Los Angeles, che ci ha raccontato come è nata la sua idea.

"Già da qualche anno, desideravo creare uno strumento per i bambini che assolvesse a due compiti fondamentali: superare le barriere culturali, che in America sono molto più sentite che in Italia, e avere la possibilità di creare dei ricordi positivi nel loro ambiente familiare. Mi sono recentemente reso conto che nella mia infanzia non ci sono stati grandi momenti di condivisione all’interno del mio nucleo familiare e questa cosa a me è mancata molto, perciò spero di poterlo fare in futuro con i miei figli, e adesso per gli altri. Ho iniziato a lavorare attivamente a Childfood durante la quarantena, contattando chef e illustratori attraverso Instagram. Devo dire che sono stati tutti entusiasti di prendere parte al progetto e continuano a sostenerlo anche adesso durante la fase di lancio".

La volontà è stata quella di coinvolgere chef che avessero una storia da raccontare, che andasse oltre il semplice atto di cucinare. La ricerca è partita anche grazie al programma Chef’s Table in onda su Netflix, grazie al quale Luca ha potuto condurre una selezione di grandi chef che nella loro vita avessero sperimentato e creato qualcosa di veramente innovativo. Ecco così i primi sei nomi: Massimo Bottura, Gaggan Anand, Vladimir Mukhin, Dominique Crenn, Francis Mallmann, Virgilio Martinez. Ai quali sono seguiti quelli di: Andoni Luis Aduriz, Antonio Bachour, Juan Manuel Barrientos, Gregorie Berger, Chris Carpentier, Andre Chiang, Bel Coelho, gli chef di Disfrutar Barcelona, Andrea Drummer, Pablo Naranjo, Vicky Ratnani, Guga Rocha, Jefferson Rueda, Joe Sasto, Choi Hyun Seok, Shayna Taylor, Pierre Thiam.

Non solo grandi chef, ma anche importanti illustratori, provenienti da tutto il mondo come Pascal Campion, illustratore per Dreamworks, Disney, Warner Bros, Nikkolas Smith, il cui ritratto di George Floyd ha fatto il giro del mondo, Giacomo Bevilacqua e Giulia Rosa.

Un libro ricreativo, educativo e creativo

23 capitoli, composti da 8 pagine: nelle prime due si trovano la ricetta dello chef e la foto del piatto; segue la parte creata da Luca, con la storia dell’origine di una delle materie prime utilizzate nel piatto. Nelle due pagine successive ci sono le illustrazioni da colorare di Ottavia Tracagni, basate sulla ricetta. Nell’ultima parte del capitolo le pagine preferite dall’autore, quelle bianche, in cui i bambini possono esprimere tutta la loro creatività, attraverso gli stimoli offerti dal layout.

Un progetto che sa di buono

Purtroppo al mondo ci sono anche tanti bambini che non hanno accesso ai beni primari, come acqua e cibo, ed è importante avere piena consapevolezza di ciò che accade proprio dietro l’angolo. A questo proposito Childfood supporterà due grandi cause benefiche, grazie alle partnership con Charity:Water, no-profit leader mondiale in progetti di purificazione dell’acqua per le comunità in difficoltà e Share The Meal, progetto del World Food Programme.

"Secondo l’Unicef, ogni giorno nel mondo più di 700 bambini sotto i 5 anni muoiono a causa della bassa qualità dell’acqua, molte più vittime di quelle causate da guerre e malattie. Grazie alla partnership con Charity: Water, ogni 5 libri venduti, verrà portata acqua pulita a un bambino in più", ci racconta Luca. "La seconda importante collaborazione è quella con Share The Meal, progetto del World Food Programme: all’interno del libro sarà possibile trovare un QR code da scannerizzare col proprio dispositivo mobile, che permetterà a tutti di unirsi al Coolinary Explorers team, e donare 40 centesimi di euro per sfamare per un giorno intero un bimbo in difficoltà".

La fase di lancio sulla piattaforma Kickstarter

Dal 16 giugno è partita la campagna di foundraising sulla piattaforma Kikstarter, che sta già dando ottimi risultati, tanto che dopo appena 30 minuti, il progetto è stato inserito nella home page di Kickstarter per la qualità e l'innovazione che lo caratterizza. Anche le grandi aziende hanno deciso di supportare il progetto: Amazon Web Services ha acquistato un pacchetto di 250 copie del libro, che viene venduto a 35$, spese di spedizione incluse, ed è disponibile in 4 lingue: italiano, inglese, spagnolo e portoghese.