ricetta

Cavolfiore viola gratinato: la ricetta del contorno goloso e leggero

Preparazione: 50 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Gooduria lab
2
Immagine
ingredienti
Cavolfiore viola
1
Pangrattato
80 gr
Grana grattugiato
30 gr
spicchio d’aglio
1
Prezzemolo
1 ciuffo
Olio extravergine d’oliva
q.b.
Sale
q.b.

Il cavolfiore viola gratinato è un contorno sfizioso e saporito, l'alternativa light al classico cavolfiore gratinato con besciamella. Questo ortaggio dal caratteristico colore viola, dovuto alla presenza di antociani, è particolarmente benefico e ricco di antiossidanti (addirittura in quantità superiore rispetto al cavolfiore più comune). Nella nostra ricetta viene scottato a vapore, quindi tagliato a fette e poi passato in una panatura ricca e golosa a base di pangrattato, formaggio e aromi. La cottura finale in forno regalerà infine una pietanza dorata e croccantina, perfetta per accompagnare a pranzo o a cena un secondo a base di carne, dei formaggi freschi o una frittatona di uova. Scoprite come realizzarlo seguendo passo passo tutti i passaggi e consigli.

Come preparare il cavolfiore viola gratinato

Mondate il cavolfiore, lavatelo accuratamente e poi cuocetelo intero al vapore per circa 10 minuti 1.

Trascorso questo tempo, levatelo dal cestello per la cottura a vapore, lasciatelo intiepidire e poi tagliatelo a fette piuttosto spesse da circa 1 cm 2.

Raccogliete il pangrattato in una ciotola, aggiungete il grana grattugiato, il prezzemolo e l'aglio, tritati finemente 3 e un pizzico di sale. Miscelate per bene la panatura.

Passate ciascuna fetta di cavolfiore nella panatura 4 e premete bene con le mani per farla aderire il più possibile.

Disponete le fette di cavolfiore in una teglia, foderata con foglio di carta forno e poi unta con un filo di olio 5; condite il tutto con un altro filo di olio e infornate a 180 °C per circa 20 minuti.

Poco prima del termine di cottura, accendete il grill e proseguite per altri 2 minuti, monitorando il livello di doratura. Sfornate e servite subito 6.

Consigli

In alternativa al cavolfiore viola, qualora non lo troviate, potete sostituirlo con il classico bianco oppure con quello verde romanesco.

Per rendere la preparazione ancora più ricca e golosa, potete aggiungere anche qualche fettina di formaggio, tipo scamorza o provola affumicata: sistematele sopra il cavolfiore panato e poi infornate per il tempo di cottura indicato nella ricetta. Il risultato sarà filante e irresistibile.

Se desiderate un sapore più deciso, potete sostituire il grana con il pecorino romano grattugiato. Potete acquistare il pangrattato già pronto oppure, in alternativa, potete prepararlo in casa con la nostra ricetta, un'idea sfiziosa e anti-spreco. Nel caso di celiachia o intolleranza al frumento, potete sostituire il pangrattato di frumento con la farina di mais per polenta o con delle mandorle tritate finemente in un mixer da cucina.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la vellutata di cavolfiore viola e il cavolfiore affogato.

Conservazione

Il cavolfiore viola gratinato si conserva per 1-2 giorni in frigorifero, messo in un apposito contenitore ermetico.

2
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Contorni
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
2