ingredienti
  • Fragole 200 gr • 79 kcal
  • Zucchero 130 gr • 21 kcal
  • Acqua 30 ml • 146 kcal
  • Gelatina in polvere 16 gr
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le caramelle gelée sono delle piccole gelatine alla frutta morbide e golose, ricoperte con zucchero. Nella nostra ricetta abbiamo realizzato le caramelle gelée alle fragole, quindi con frutta fresca frullata, ma potete utilizzare anche del succo di frutta fresca o con succo pronto, magari optando per succo di arancia, di limone, di mirtilli o quello che avete a disposizione. La preparazione è semplicissima e piaceranno tanto ai bambini. Ecco i passaggi per realizzare delle morbidissime e irresistibili caramelle gelée fatte in casa.

Come preparare le caramelle gelée alle fragole

Lavate le fragole e tagliatele a pezzi (1). Mettetele in un pentolino versate lo zucchero e mescolatele sul fuoco fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto (2). Frullate le fragole zuccherate nel mixer (3) e trasferitele di nuovo nella pentola per farle cuocere ancora un po’ a fuoco lento.

Sciogliete la gelatina in polvere nell’acqua (4) e aggiungetela nella pentola con le fragole frullate. Mescolate bene e fate cuocere finché non bolle (5). Coprite la pirofila con la pellicola trasparente e versateci dentro il composto. Coprite anche la superficie con la pellicola e lasciate riposare in frigo per 6 ore (6).

Trascorso il tempo necessario sformate la gelatina su una base di zucchero e aggiungetene altro in superficie (7). Ricavate dei quadrati con un coltello dalla lama liscia (8) e realizzate le vostre caramelle gelée alle fragole, pronte da gustare (9).

Consigli

Per la preparazione delle caramelle gelée potete utilizzare il succo del frutto che più vi piace o che avete a disposizione, sia che si tratti di frutta fresca che di succhi pronti. Inoltre potete utilizzare anche uno sciroppo alla frutta, così da realizzare caramelle gommose per tutti i gusti.

Potete sostituire la gelatina in polvere con l'agar agar, un gelificante naturale molto utilizzato nella cucina vegetariana e vegana. Se utilizzate l'agar agar le caramelle gelée saranno meno gelatinose e un po' più solide, rispetto alla preparazione con la classica gelatina.

Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato una pirofila rivestita con pellicola trasparente e ricavato le caramelle con un coltello, ma potete utilizzare anche uno stampo da plumcake oppure degli stampi per cioccolatini in silicone: in questo caso, al momento di sformare le caramelle, passate uno stuzzicadenti sul bordo di ogni gelatina ed estraetele pigiando la cavità da sotto delicatamente.

Se non dovete servire subito le caramelle gelée, lasciatele in un luogo fresco e asciutto e aggiungete lo zucchero solo al momento di servirle. Potete anche impacchettarle nel cellophane trasparente e regalarle ad amici e parenti.

Varianti

Potete realizzare anche le caramelle gelée a strati, in gusti diversi. Fate solidificare il primo strato in frigorifero per mezz'ora. Aggiungete il secondo strato realizzato con un succo di frutta diverso e lasciate solidificare. Procedete poi come da ricetta.

Conservazione

Se passate le caramelle gelée nello zucchero, consumatele in un paio di giorni a temperatura ambiente conservandole all'interno di un contenitore ermetico. Se, invece, non le ripassate nello zucchero potete conservarle fino a 10 giorni.