ricetta

Calzoncelli pugliesi: la ricetta del dolce con pasta di mandorle

Preparazione: 30 Min
Difficoltà: Media
Dosi per: 4 persone
26
Immagine
ingredienti
Farina 00
125 gr
Olio extravergine di oliva
25 ml
Vino bianco
50 ml
Mandorle pelate
100 gr
Zucchero semolato
70 gr
Acqua
60 ml
Scorza di limone grattugiata
q.b.
Zucchero a velo
q.b.

I calzoncelli pugliesi sono dei panzerottini dolci, tipici della tradizione gastronomica di questa straordinaria regione. A forma di mezzaluna, si preparano solitamente durante il periodo delle feste natalizie: una sfoglia semplice, confezionata con farina, olio e vino bianco, custodisce al suo interno un ripieno di pasta di mandorle morbido e profumato. Fritti in abbondante olio ben caldo, acquisiscono una consistenza croccante e friabile. Spolverizzateli con abbondante zucchero a velo e serviteli ancora bollenti e fragranti come degna conclusione del pranzo di Natale o di un buffet di festa. Scoprite come realizzarli seguendo passo passo la nostra ricetta semplice e veloce.

Come preparare i calzoncelli pugliesi

In un pentolino versate l'acqua e poi lo zucchero 1. Mettete sul fuoco e lasciate sciogliere per pochi minuti.

Frullate le mandorle in un mixer da cucina, quindi unitele allo sciroppo di zucchero 2.

Mescolate per bene e poi aggiungete la scorza grattugiata di mezzo limone 3.

In una ciotola a parte, setacciate la farina e aggiungete poco alla volta l’olio e il vino 4.

Lavorate l'impasto fino a ottenere una palla liscia e omogenea 5.

Stendete l'impasto e ricavate delle sfoglie sottili. Con le mani bagnate staccate dei pezzettini di pasta di mandorle, formate delle palline e distribuitele sopra la sfoglia 6.

Chiudete la sfoglia, avendo cura di eliminare l’aria intorno 7.

Con una rotella dentellata, ritagliati delle mezzelune 8. Fate scaldare abbondante olio di semi in padella, tuffate i calzoncelli e friggeteli. Quando saranno leggermente dorati, scolateli e fateli asciugare su carta assorbente da cucina.

Trasferiteli in un piatto da portata, spolverizzateli con abbondante zucchero a velo e serviteli ben caldi.

Consigli

Con queste dosi otterrete in tutto circa 8 calzoncelli. Aiutandovi con i rebbi di una forchetta oppure con le dita, chiudete per bene i lembi di pasta: in questo modo eviterete che i calzoncelli possano aprirsi in cottura.

Per una frittura impeccabile, utilizzate l'olio di semi di arachide e cuocete i calzoncelli a fuoco moderato, così da evitare che possano dorarsi troppo esternamente e rimanere crudi all’interno. Friggetene pochi alla volta: in questo modo impedirete che la temperatura dell'olio possa abbassarsi troppo.

Dal momento che ne utilizzate la scorza, acquistate dei limoni biologici e non trattati chimicamente. Ricavate la scorza con l'apposita grattugia, facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca. In alternativa, potete profumare il ripieno con la scorza dell'arancia o della vaniglia in polvere.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le cartellate e i mostaccioli, due dolci di Natale tipici pugliesi.

Conservazione

I calzoncelli pugliesi possono essere conservati per 3-4 giorni a temperatura ambiente, in un apposito contenitore ermetico.

26
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
26