12 Novembre 2021 13:00

Cachi mela: cosa sono, perché si chiamano così e come usarli in cucina

Dolce come un cachi ma croccante come un pomo da affettare al coltello: mai sentito parlare di cachi mela? No, non parliamo di un incrocio da laboratorio ma di una varietà di cachi molto particolare che nei mesi freddi possiamo facilmente trovare in commercio.

A cura di Rossella Croce
327
Immagine

I cachi mela sono una delle numerose varietà di cachi, bacche del Diospyros Khaki, un antichissimo albero appartenente alla famiglia delle Ebanacee. Originario della Cina, l'albero di cachi produce i suoi frutti nei mesi autunnali e invernali, a partire da ottobre, momento in cui i cachi (e i cachi mela) cominciano a comparire sui nostri banchi di frutta e verdura. Caratterizzati da un sapore amabilmente zuccherino e una polpa soda e croccante (simile a quella di una mela e da qui il nome), il cachi mela è ricco di vitamine e sali minerali oltre che fibre e sostanze antiossidanti. Cachi e cachi mela: in cosa sono diversi? Quali sono le caratteristiche e le sottovarietà di cachi mela? Conosciamo meglio questi "frutti divini".

Cachi mela: cosa sono

Il cachi mela si distingue dalle altre numerose varietà di cachi per una buccia liscia, un colore arancione chiaro e brillante e una consistenza croccante che ricorda quella della mela: in comune però i due frutti hanno solo il nome, il cachi mela infatti non è in alcun modo il risultato di un incrocio.

Rispetto ad altre varietà di cachi, i cachi mela contengono una minore quantità di tannini: per questo motivo possono essere consumati anche appena colti (buccia inclusa) e non necessitano di un periodo di ammezzimento, quel processo di maturazione della frutta che provoca l'imbrunimento della polpa. Questa è probabilmente la caratteristica principale dei cachi mela: mai provato a mangiare un cachi "classico" non maturo? Se avete avuto questa sfortuna saprete che se non del tutto maturi i cachi classici sono "allappanti", astringenti e praticamente immangiabili; non è così per i cachi mela, che possono essere tagliati al coltello o addentati subito dopo essere caduti dall'albero.

Immagine

Molti non sanno che in natura e in commercio troviamo diverse sotto varietà di questo frutto dolce e zuccherino: con pezzature che variano dai 150 grammi ai 220 grammi, distinguiamo la varietà Fuyu, con polpa e buccia chiara, di colore giallo, la varietà Hana Fuyu, leggermente più grande delle altre e dalla buccia arancione; la varietà O'Gosho, dalla polpa tenera e infine la varietà Jiro, i cui frutti sono piccoli e dolcissimi.

Proprietà e benefici dei cachi mela

I cachi mela presentano un profilo nutrizionale molto interessante e, a ben vedere, possono essere annoverati nella lista dei super food. Poveri di calorie (appena 70 kcal per 100 grammi) e composti principalmente da acqua, questi frutti zuccherini sono ricchi di fibre solubili, elemento che garantisce un regolare transito intestinale e una buona salute di tutto l'apparato digerente.

Grazie alla buona quantità di sali minerali – tra cui spiccano calcio, fosforo, ferro e potassio – i cachi mela hanno un effetto antibatterico ed energizzante, allo stesso tempo la vitamina C sostiene e protegge il nostro sistema immunitario aiutandoci contro i malanni di stagione. I cachi mela sono una buona fonte di polifenoli antiossidanti, si rivelano quindi utili per combattere l'azione dei radicali liberi e l'invecchiamento cellulare oltre che per l'ipertensione, grazie ai bassi livelli di sodio. Consumare regolarmente i cachi mela aiuta il nostro organismo nell'assunzione del ferro e nella produzione di globuli rossi, in particolare grazie alla buona presenza di rame.

Immagine

Come usarli in cucina

Come usare i cachi mela in cucina? I cachi possono essere consumati freschi, cotti o essiccati, ma considerando il sapore dolce e zuccherino che caratterizza questi frutti, viene spontaneo pensare che il luogo di elezione sia la pasticceria: se cercate una ricetta stuzzicante e golosa, preparate la torta di cachi mela con gocce di cioccolato e mandorle croccanti, un dolce soffice e profumato ideale per merende fatte in casa o colazioni sprint. Per stupire i vostri ospiti e portare in tavola un fine pasto goloso, la crostata di cachi può venire in vostro soccorso: cosa c'è di meglio di uno scrigno croccante di frolla e un ripieno profumato alla cannella? 

Immagine
327
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
327