ingredienti
  • Passata di pomodoro 800 ml • 21 kcal
  • Carne di manzo 400 gr
  • Pecorino 60 gr • 332 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 6 cucchiai • 0 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 43 kcal
  • Cipolla 1 • 21 kcal
  • Prezzemolo 1 mazzetto • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le braciole pugliesi sono degli involtini di carne di manzo: una ricetta golosa e succulenta, ma facile da realizzare. Conditi con abbondante prezzemolo e pecorino cuociono nel sugo per ore, lentamente: così la carne rilascia nel sugo i suoi sapori e diventa morbidissima. Questa leccornia si può gustare così, semplicemente sul pane, accompagnata da un'insalata fresca o da patate al forno; ma il sugo si può anche utilizzare per condire le orecchiette del pranzo della domenica, proprio come si fa in Puglia.

Come preparare le braciole pugliesi

Braciole pugliesi

Tagliate la carne in fettine sottili: battetele con un batticarne per fare delle fette non più alte di 2 mm (1).

Braciole pugliesi

Tritate finemente il prezzemolo con l’aglio (2).

Braciole pugliesi

Disponete su ogni fettina un cucchiaino di battuto, unite qualche scaglia di pecorino (3).

Braciole pugliesi

Arrotolate le fettine di carne a formare dei piccoli involtini (4).

Braciole pugliesi

Man mano che li arrotolate, infilateli a gruppi da tre a tre sugli stuzzicadenti (5).

Braciole pugliesi

Nel frattempo scaldate l’olio in una padella. Aggiungete la cipolla tritata e quando sarà rosolata unite la passata di pomodoro.
Quando la passata avrà preso calore, inserite anche le braciole (6).

Braciole pugliesi

Cuocete a fuoco bassissimo per circa 1 ora e 30 minuti circa, fino a che il sugo si sarà ben ristretto (7).

Consigli

Il taglio di carne più adatto per realizzare questa ricetta è lo scamone: un taglio di prima scelta, in pratica il pezzo di congiunzione tra la lombata e la coscia. Scegliete, o fatevi tagliare dal macellaio, delle fette sottili, in modo che gli involtini vengano morbidi.

Per quanto riguarda il formaggio, per tradizione si usa il canestrato pugliese, ma voi potete sostituirlo con del pecorino romano o sardo, o con un altro formaggio che non sia però troppo stagionato.

Se vi è piaciuto il piatto, provate la ricetta degli involtini di pollo.

Conservazione

Vi consigliamo di mangiare subito gli involtini, ma potete conservarli in frigo comunque in frigo, ben chiusi in un contenitore ermetico, per 1-2 giorni. In alternativa, potete prepararli e congelarli, per poi scongelarli e cuocerli nel sugo solo all'occorrenza.