ingredienti
  • Peperone rosso 1 • 15 kcal
  • Farina 00 200 gr • 36 kcal
  • Acqua 150 gr • 750 kcal
  • Lievito in polvere istantaneo 1 bustina
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • Olio di semi d’arachide q.b. • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le zeppole con peperoni sono delle golose palline di pasta fritta, arricchite con i peperoni. Facili e velocissime da realizzare, sono la variante sfiziosa di uno dei fritti più amati della tradizione campana. Si possono gustare da sole oppure in accompagnamento ad altri sfizi di terra o di mare (come nel tradizionale cuoppo napoletano), oppure a salumi e formaggi: sono perfette da servire come antipasto, aperitivo o in un buffet salato. La ricetta prevede pochi e semplici ingredienti: acqua, farina, lievito istantaneo e naturalmente il peperone rosso, per donare dolcezza e fragranza. Vediamo come preparare passo passo le zeppole con peperoni.

Come preparare le zeppole con peperoni

Fate cuocere il peperone in forno già caldo a 200 °C per almeno 30-35 minuti (1).

Una volta ben arrostito, lasciatelo riposare per 10 minuti in forno spento, quindi spellatelo, eliminate semi e coste bianche interne (2).

Tagliatelo a listerelle sottili (3).

Miscelate la farina e il lievito istantaneo per preparazioni salate (2).

Aggiungete l'acqua fredda e mescolate con una frusta fino a ottenere un composto denso e uniforme (3). Aggiungete il sale.

Unite i peperoni, precedentemente tagliati, quindi amalgamate per bene con la frusta (4).

Fate scaldare l'olio di semi in una padella e, aiutandovi con un cucchiaio, prelevate la pastella e friggete le zeppole nell'olio caldo, girandole di tanto (5).

Una volta ben dorate, scolatele (6) e fatele asciugare su carta assorbente da cucina.

Zeppole_con_peperoni

Salatele in superficie e servitele ben calde (7).

Consigli

Le zeppole con peperoni si possono realizzare sia con il lievito istantaneo sia con quello di birra: nel caso in cui vogliate utilizzare quest'ultimo, saranno sufficienti 3 gr per le dosi indicate nella ricetta. Coprite l'impasto con un foglio di pellicola trasparente, a cui avrete fatto qualche piccolo foro in superficie, e lasciate lievitare per un paio di ore.

Per una frittura impeccabile, il primo passo è la scelta dell'olio giusto: tra i migliori, c'è l'olio di semi di arachide. Caratterizzato da un punto di fumo che supera i 200 °C, inodore e limpido, è tra quegli oli che alterano meno il gusto dei cibi durante la frittura. La temperatura ottimale per la frittura è tra i 160-180 °C (meglio munirsi di un termometro da cucina) ed è consigliabile friggere in una padella capiente o in un wok pochi pezzi per volta per evitare che la temperatura si abbassi troppo.

Ultimata la cottura, sgocciolate per bene gli alimenti dall'olio e lasciateli asciugare su carta assorbente da cucina, senza coprirli, per evitare la formazione di umidità. Servite i cibi immediatamente, salandoli solo poco prima di portarli in tavola.

Per rendere le zeppole ancora più golose, potete arricchire l'impasto con qualche cubetto di speck o di salame, oppure qualche dadino di mozzarella o un po' di parmigiano grattugiato.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le classiche zeppole di pasta cresciuta.

Conservazione

È consigliabile friggere le zeppole e servirle ben calde al momento. Nel caso in cui vi fossero avanzate, fatele scaldare per qualche minuto in forno prima di gustarle: sembreranno come appena fatte. Potete anche surgelare quelle avanzate, scongelarle al bisogno e passarle sempre in forno per qualche minuto prima di servirle.