ingredienti
  • Tuorli 4 • 63 kcal
  • Zucchero bianco 4 cucchiai • 470 kcal
  • Marsala 100 ml
  • Maizena (amido di mais) 12 gr • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Lo zabaione è una delle creme dolci classiche della pasticceria italiana e si prepara sbattendo i tuorli d'uovo e lo zucchero a cui si aggiunge un vino liquoroso secco, solitamente il Marsala. In seguito, viene cotto a bagnomaria fino ad ottenere un composto spumoso e denso.

Lo zabaione è una preparazione casalinga molto diffusa ed è la crema della nonna profumata che risveglia ricordi d'infanzia. La sua origine risalirebbe al 1471, grazie all'invenzione del capitano di ventura Giovan Paolo Baglioni, chiamato Zvàn Bajòun, e, in suo onore, fu chiamato così anche se la prima annotazione della ricetta risalirebbe a molto prima e arriverebbe da Napoli. Secondo altre testimonianze, sarebbe nato alla corte del Duca di Savoia Carlo Emanuele I nel XVI secolo.

Tanti anni fa si dava da bere per colazione ai ragazzi perché serviva a dargli la carica giusta per affrontare la giornata ma, oggi, si è scoperto che fa male se si abusa di questo dessert. Lo zabaione può essere gustato caldo d'inverno e freddo d'estate se servito in vasetti appositi ed è una base per creare la crema pasticcera. Inoltre è un alimento molto proteico e può essere consumato prima dell'allenamento in palestra.

Esistono diverse varianti dello zabaione, come quello alle fragole e freddo al cacao, ma oggi vi proponiamo la ricetta classica della crema zabaione.

Come si prepara la crema zabaione

Per la ricetta dello zabaione, lavorate tuorli (1) e zucchero in una ciotola aggiungendo l'amido di mais e continuando a montare (2). Mescolate con le fruste o con lo sbattitore elettrico fino a creare una crema gonfia, spumosa e liscia (3).

Aggiungete poco alla volta il Marsala o un altro vino liquoroso continuando a sbattere per farlo assorbire del tutto. Cuocete a bagnomaria a fiamma bassa e mescolate di continuo senza far raggiungere l'ebollizione. Togliete dal fuoco il composto quando comincia a montare. Servite lo zabaione con biscotti secchi.

Conservazione

Lo zabaione può essere conservato in frigo per circa 3 giorni e può essere congelato in appositi contenitori per il ghiaccio se coperto da pellicola.

Varianti

Lo zabaione può essere preparato anche senza marsala, una versione analcolica da far gustare ai bambini preparata con latte aromatizzato alla cannella.

Consigli

Se volete servirlo freddo, mescolatelo di tanto in tanto, una volta pronto, fino a farlo raffreddare perché il vino non deve separarsi dalla crema. Acquistate uova molto fresche e state attenti a non far mai bollire l'acqua.

Si può riscaldare lo zabaione rimettendolo a bagnomaria ma stando attenti a non creare grumi, soprattutto se l'avete fatto molto denso.

Curiosità

Si dice zabaione o zabaglione? Entrambe le forme sono corrette ma la parola zabaione è quella più fedele all'etimo. La bevanda è conosciuta anche come uovo sbattuto.