ricetta

Wonton fritti: la ricetta dei ravioli golosi e semplici, tipici della cucina cinese

Preparazione: 20 Min
Cottura: 5 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
10
Immagine
ingredienti
Per la pasta
Farina 00
250 gr
Uova
1
Amido di mais
1 pizzico
Sale
1/2 cucchiaino
Acqua
q.b.
Carne macinata di maiale
500 gr
funghi shiitake
80 gr
Cipollotti
3
Aglio
1 spicchio
Salsa di soia
1 cucchiaio
Amido di mais
1 cucchiaino
Olio di sesamo
1 cucchiaino
Zenzero
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.
Olio di semi di arachide
q.b.

wonton sono un formato di pasta ripiena tipico della cucina cinese, preparata con una sfoglia di pasta fatta con farina, uova, acqua e sale, il cui ripieno invece varia a seconda delle zone di provenienza: i più comuni sono a base di carne di maiale o di gamberetti, a cui si abbinano verdure croccanti, funghi, aglio, cipollotti, germogli di vario tipo e così via. In cinese mandarino vengono chiamati huntun, mentre in cantonese wantan.

I fagottini vengono chiusi con un rapido movimento delle dita e tuffati in olio bollente per pochi secondi, così da risultare croccanti e morbidi allo stesso tempo; in alternativa, possono essere anche bolliti o cotti al vapore. In Cina sono realizzati sia in maniera artigianale sia industriale e poi venduti crudi, proprio come facciamo noi con la pasta ripiena.

Per realizzare questi gustosi ravioli useremo macinato di carne di maiale, funghi shiitake, cipollotti verdi, aglio, sesamo, salsa di soia e zenzero: voi potete variare la ricetta come preferite. Potete sostituire gli shiitake con degli champignon o dei finferli, utilizzare lo scalogno al posto del cipollotto, aggiungere verdure tritate finemente come cavolo cappuccio, carote, zucchine, verza e così via. Se non trovate in commercio l'olio di sesamo potete sostituirlo con dell'olio di semi di arachide o con dell'olio extravergine: fate tostare dei semi di sesamo in padella per 1 minuto e poi aggiungeteli alla preparazione.

Servite questi golosi ravioli orientali come primo piatto, magari insieme agli xiao mai, altri ravioli tipici ma in questo caso "aperti", oppure accompagnandoli con un secondo come il maiale in agrodolce o il pollo kung pao.

Come preparare i wonton fritti

In una ciotola capiente disponete la farina a fontana; unite 100 ml di acqua a temperatura ambiente, l'uovo, 1 pizzico di amido di mais e il sale: lavorate gli ingredienti prima con la forchetta 1, poi con le mani, fino a ottenere un impasto omogeneo e compatto.

Coprite con un canovaccio umido e mettete a riposare in un luogo fresco e asciutto per almeno mezz’ora, meglio ancora se 1 ora o 2: più lungo sarà il risposo, più elastica sarà la pasta.

Una volta riposato l'impasto, stendetelo con il mattarello 3, o con la macchina per la pasta, fino a ottenere una sfoglia di circa 1 mm, quindi tagliatelo in quadratini di circa 2,5 cm per lato.

Sbucciate e tritate l'aglio finemente, dopo averlo privato dell'anima, fate lo stesso con lo zenzero; tritate il cipollotto e mettete tutto in una ciotola capiente: aggiungete anche il macinato, i funghi già tritati grossolanamente, la salsa di soia, l'olio di sesamo, l'amido di mais, il sale e il pepe 3.

Mescolate bene il tutto on modo da ottenere una farcia ben condita 4.

Prendete un quadratino di pasta e mettete una pallina di farcia al centro 5.

Spennellate due bordi del quadratino con dell'acqua 6.

Piegate l'involucro di wonton come a formare un triangolo 7.

Spennellate uno dei due angoli del triangolo con dell'acqua 8.

Unte i due angoli, chiudendo il raviolo 9.

Ripetete con il resto del ripieno e degli involucri e disponete i ravioli su una teglia coperta con della carta forno per farli riposare 10.

Scaldate l'olio in una pentola capiente adatta alla frittura 11.

Immergente pochi ravioli per volta e friggeteli a fiamma viva, assicurandovi che siano immersi completamente 12.

Quando i ravioli sono dorati, prelevateli facendoli scolare bene 13.

Fate riposare i ravioli qualche secondo su carta assorbente da cucina 14.

Servite i vostri wonton ben caldi, accompagnati da qualche salsina stuzzicante 15.

Conservazione

Potete conservare i ravioli crudi in frigorifero, ben chiusi in un contenitore ermetico per 2 giorni al massimo, oppure congelarli per 2-3 mesi. Una volta cotti, potete conservarli in frigo per 1-2 giorni, anche se vi suggeriamo di gustarli caldi.

10
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
10