Un calice di vino toscano davanti a un tramonto sui colli senesi, una forchettata di carbonara in un'osteria romana o ancora una pizza piegata a portafoglio e mangiata per i vicoli di Napoli: i nostri ricordi di viaggio sono sempre accompagnati dal cibo della tradizione… sarà perché siamo il Paese più “buono” di tutti? Le specialità agroalimentari in Italia sono tantissime e ogni regione ha le sue eccellenze, frutto di secoli di storia delle vite che hanno abitato quei luoghi. In attesa di poter viaggiare ancora, MD imbuca per noi le sue cartoline – anzi, le sue lettere! – d'amore e passione, recapitate sugli scaffali per portare in ogni cucina quei sapori unici.

Per questo piccolo tour virtuale atterriamo al nord per iniziare a visitare il Piemonte! Cartina alla mano, segniamoci tutte le sue prelibatezze: dalle Alpi alla Pianura Padana, il Piemonte ha sul suo vasto territorio numerosi prodotti a Denominazione di origine protetta (D.O.P.) e altrettanti di Indicazione Geografica Protetta (I.G.P.), pensiamo ai tartufi o ai funghi porcini. E' sui formaggi, però, che dà il meglio di sé: nella linea Lettere dall'Italia troviamo, immancabile, la Toma. Saporitissima, era addirittura utilizzata come sostituzione di sale e spezie nei pasti più semplici e ancora oggi dà ricchezza a ogni boccone. La Toma Piemontese DOP a marchio MD, nel comodo formato da 200 grammi, è perfetta per preparare una squisita fonduta da versare sulla polenta: basterà tagliarla a cubetti e scioglierla a bagnomaria insieme a poco latte, per avere una crema di formaggio ricca e avvolgente. Questo piatto, al nord, viene chiamato anche “polenta concia”. Per renderlo immediatamente più moderno, perché non aggiungerne una grattata a dei burger vegetariani a base di verdure? Un tocco in più che saprà conquistare anche i più piccoli.

Un piccolo saltello e siamo in Liguria, una piccola regione, ma quanto gusto! Tra mare e monti, l'agricoltura trova il suo spazio: buonissimi i carciofi e i pomodori cuori di bue, ma ovviamente il basilico. L'oro verde della costa ligure è senz'altro il Pesto alla genovese DOP, un condimento conosciuto in tutto il mondo, a base di pinoli, basilico, olio, formaggio e… aglio. Su quest'ultimo i palati si dividono, ma MD ha pensato a tutti: nella linea Lettere dall'Italia c’è sia il formato con aglio che senza, entrambi preparati con ingredienti di prima qualità e solo ottimo olio di semi girasole, con l'immancabile sapidità del Pecorino romano DOP. Il Pesto alla genovese è pronto per essere versato sulle Trofiette liguri, una pasta fresca il cui nome sembrerebbe derivare dal genovese “trafuggiâ” (strofinare) e che in effetti ha una splendida forma attorcigliata, perfetta per accogliere questo sugo meraviglioso.

Per la Lombardia dobbiamo fare spazio nella nostra pancia (e nel nostro frigo!) perché le eccellenze sono davvero tante: tra pianura, montagne e colline attraversate da molti corsi d'acqua, possiamo lasciar correre gli occhi liberi sulle sue bellezze naturali senza annoiarci mai. Nella Valtellina possiamo fare scorta di mele e Bresaola IGP ma non dimentichiamoci un altro formaggio importante: il Gorgonzola o “stracchino di Gorgonzola”, un formaggio erborinato, ossia arricchito dalle sue muffe selezionate. Nella linea Lettere dall'Italia scopriamo quello dolce, alla base di una ricetta tradizionale lombarda, “gli gnoch di mùrador” (gnocchi del muratore). Prepararli è facilissimo con gli Gnocchi di patate fresche del Fucino IGP: basterà sciogliere il gorgonzola con un po' di burro, mescolando fino ad ottenere una crema. Dopo aver cotto gli gnocchi, saltiamoli brevemente in padella insieme al condimento, aggiungendo un po' di prezzemolo e una grattata di pepe. In cucina, si sa, oltre alla tradizione è necessario un tocco di innovazione per non annoiarsi mai, lo chef Mauro Improta ha pensato a una versione tutta nuova della carbonara dove protagonista è proprio il gorgonzola, la video-ricetta in compagnia di Antonella Clerici sarà presto online.

Ma tutto questo cucinare ci ha decisamente resi stanchi, abbiamo bisogno di riprenderci con un pasto al volo, qualcosa che si prepari facilmente e che sia fragrante… Andiamo in Emilia Romagna a gustarci una buona piadina? Grazie alla linea Lettere dall'Italia possiamo averla sempre a portata di mano e rendere qualsiasi cena speciale; basterà condirla con lo Squaquerone di Romagna DOP, qualche fetta di Prosciutto di Parma DOP e magari arricchirla con una salsina alle zucchine per ottenere dei rotolini golosissimi, ricetta di stagione di CasaMD.

Continuando nel nostro tour possiamo concludere il pasto inzuppando qualche Cantuccino toscano IGP alle mandorle nel vinsanto, per poi ripartire.

Parlando dell'Italia non possiamo dimenticarci della pasta, anche se è un luogo comune diffuso in tutto il mondo, un fondo di verità c'è: a noi la pasta piace! Abbiamo un consumo medio di quasi 25 chili a testa ogni anno! Anche la pasta, però, deve essere fatta bene: come tutte le eccellenze così semplici ma così importanti, tutto si basa sulla materia prima ed MD lo sa bene. Il grano della pasta di Gragnano IGP della linea Lettere dall'Italia è, appunto, tutto italiano: fusilli, linguine, penne, rigatoni e spaghetti, c'è tutto il repertorio per non farsi mai mancare un buon primo piatto. Con la trafila al bronzo e la lunghissima essiccazione (fino a 60 ore), non c'è il rischio che il sugo fugga via, la pasta di Gragnano è porosa e gustosissima, per veri carb-lover! Trovandoci in Campania, possiamo fare un giretto sulla costa e fermarci in Penisola Sorrentina per un Limoncello guardando il mare. Dalla Mozzarella di bufala DOP ai Pomodori San Marzano già in lattina, in questa regione è impossibile rimaner digiuni! Nel banco frigo di MD è arrivata anche la Pizza margherita: una base già condita e preparata in modo tradizionale ma che lascia spazio a tutta la vostra inventiva per arricchirla come più vi piace. Pronti a rendere la pizza un vero capolavoro d'innovazione?

La Calabria è la regione più “hot” che abbiamo: sulla costa degli dei e sul litorale di Tropea si trova Spiliga, la patria della ‘nduja, tanto che l'8 agosto questo prodotto locale viene esaltato e quasi osannato in una tipica sagra. Non perdetevi la video-ricetta delle polpette di melanzane con cuore di robiola e ‘nduja: un secondo cremoso per far sciogliere anche i cuori più duri. Per una cenetta romantica, tuttavia, il consiglio è di provarla abbinata al cioccolato, in un dolce moderno e piccante: ne basteranno 50 grammi aggiunti alla vostra ricetta preferita del ciambellone al cacao per stupire la vostra dolce metà.

É quasi ora di tornare a casa, ma prima non possiamo non fare una capatina anche in Puglia.I siti UNESCO in questa regione non mancano e sarebbe sbagliato pensare solo al mare. In valigia mettiamo sicuramente i Taralli pugliesi tradizionali e i Ceci della Murgia per preparare ogni volta che vogliamo un vellutato hummus da servire insieme come aperitivo. Ma lasciate spazio per una bottiglia di Olio extra vergine d'Oliva DOP! Nella linea Lettere dall'Italia ha la menzione geografica “Castel del Monte”, la cui raccolta delle olive si conclude ogni anno il 30 gennaio. Dal sapore fruttato e intenso va consumato rigorosamente a crudo, per assaporarne e assimilare tutte le sue proprietà nutrizionali eccellenti.

Viaggiare in Italia, anche con il palato, è un'esperienza meravigliosa e arricchente. Di certo ci sarebbe tanto da dire, ma questo lo lasciamo a voi: cimentatevi in cucina per portare in tavola tutta la storia di cui siamo figli, magari prendendo spunto dalle nuove video-ricette pensate per MD dallo chef Mauro Improta in compagnia di Antonella Clerici… buona spesa, Italia!