ingredienti
  • Trippa 750 gr
  • Salsa di pomodoro 500 gr • 146 kcal
  • Cipolla bianca 1 • 661 kcal
  • Carote 2 • 661 kcal
  • Costa di sedano 1 • 21 kcal
  • Alloro una foglia
  • Sale un pizzico • 0 kcal
  • Olio extravergine d’oliva q.b. • 29 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La trippa in umido è un piatto tradizionale della cucina italiana diffuso in varie regioni e, in particolare, nelle terre umbre: un piatto povero di origine contadina che oggi troviamo anche in rivisitazioni gourmet. La trippa è una parte dello stomaco del bovino ed è per questo considerata una frattaglia, proprio come le animelle ed il fegato: il suo sapore deciso viene smorzato da una cottura lenta e stufata, proprio come la ricetta che vi proponiamo oggi. Regione che vai, trippa che trovi: alla romana, alla napoletana o alla fiorentina, tutte ricette genuine e ricche di sapore, decisamente da provare. Ecco come realizzare la trippa in umido.

Come preparare la trippa in umido

Prendete la trippa, passatela sotto acqua fredda corrente e tagliatela a striscioline spesse circa un centimetro (1). Sbollentatela per 5 minuti e scolatela (2), in questo modo ridurrete i tempi di cottura. Preparate un trito di cipolla bianca, carote ed una costa di sedano (3).

In una pentola capiente dai bordi altri fate scaldare un filo di olio extravergine di oliva, unite le verdure e fatele dorare per due minuti (4). Aggiungete la trippa e fatela rosolare per 5 minuti mescolando spesso, quindi unite il vino bianco e lasciate sfumare. Aggiungete anche la salsa di pomodoro, un bicchiere di acqua e una foglia di alloro (5); aggiustate di sale e lasciate cuocere a fiamma dolce per 60 minuti, fino a quando la trippa risulterà morbida e il sugo si sarà addensato. Servite la trippa in umido con del pecorino o del parmigiano grattugiato (6).

Consigli

Potete insaporire la vostra trippa con del peperoncino, oppure con delle foglie di salvia da aggiungere quasi a fine cottura.

Per controllare in grado di cottura della trippa, provate ad infilzarla con una forchetta: se passa facilmente da parte a parte allora la trippa è pronta per essere servita.

Servite la vostra trippa con delle croccanti fette di pane tostato e un bicchiere di vino rosso, proprio come vorrebbe la tradizione contadina.

Conservazione

Potete conservare la trippa in umido per 1 giorno in frigo, chiusa in un contenitore ermetico.