ingredienti
  • Mascarpone 250 g • 79 kcal
  • Panna 250 g • 335 kcal
  • Zucchero 100 g • 380 kcal
  • Succo di limone di 2 limoni • 750 kcal
  • Scorza di limone di 2 limoni • 50 kcal
  • Acqua 100 ml • 17 kcal
  • Uova 3 • 0 kcal
  • Savoiardi 250 g • 391 kcal
  • Limoncello • 304 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il tiramisù al limone è un tiramisù creato da Sal De Riso, caratterizzato da una bagna alcolica a base di limone, limoncello, acqua e zucchero al posto del caffè. Dolce perfetto per l’estate, poco calorico, dai colori allegri e dal gusto invitante. Può essere preparato in una pirofila o consumato come dolce al cucchiaio monoporzione, ed è sicuramente una delle varianti di tiramisù più famose. Fresco come il tiramisù alle fragole, ma dal retrogusto acidulo e aspro che ricorda molto la versione al caffè, questo tiramisù al limone incontra i gusti più particolari e ricercati. La sua particolarità risiede anche nell’aggiunta di scorza grattugiata e sciroppo di limone alla crema al mascarpone. Questa ricetta inoltre si presta a molteplici varianti: può essere fatto senza uova, con una crema a base di sola panna e mascarpone aromatizzata al limone, oppure si possono utilizzare i pavesini al posto dei savoiardi. Come in tutte le ricette sperimentali, si può dare spazio alla fantasia: così nasce anche la versione di tiramisù al limone e cioccolato bianco, dove l’amaro del limone è bilanciato dal gusto dolce e avvolgente del cioccolato. Di seguito vi proponiamo la ricetta del tiramisù al limone ispirata all’originale di Sal De Riso, con panna e mascarpone.

Nel caso vogliate sperimentale, in coda troverete anche una serie di varianti, tra cui il tiramisù al limone con frutta fresca e la versione con frutta secca.

Come si prepara il tiramisù al limone

In un pentolino, portate a 121°C (1) lo zucchero con 2 cucchiai di acqua dei 100 ml indicati negli ingredienti. Raggiunta la temperatura, versate a filo lo sciroppo così ottenuto sui bianchi d'uovo, precedentemente separati dai rossi. Montate (2) fino a quando non raggiungeranno una consistenza molto spumosa e dal colore chiaro. Mettete da parte il composto e montate a parte la panna (3).

Lavorate il mascarpone e i rossi d'uovo con una spatola, fino ad ottenere una crema lisca e omogenea (4). Poi aggiungete a questo il composto di uova e sciroppo (5): amalgamate mescolando con delicatezza dal basso verso l'alto, in modo da non smontare la consistenza spumosa. Aggiungete in un secondo momento la panna precedentemente montata e amalgamate con lo stesso movimento dall’alto verso il basso (6).

Aggiungete alla crema la scorza di limone precedentemente grattugiata (7). Passate adesso alla preparazione della base. Preparate la bagna miscelando 1 parte di succo di limone, 1 parte d’acqua, 1 parte di limoncello e un paio di cucchiaini di zucchero rasi. Immergete nella bagna i savoiardi, facendo attenzione a non spugnarli troppo. (8). Procedete con l’assemblamento delle componenti del vostro tiramisù al limone: uno strato di savoiardi e uno strato di crema (9). Guarnite infine con un po’ di scorza di limone grattugiata e, se desiderate, delle scaglie di cioccolato bianco.

Come si fa la bagna per il tiramisù al limone

La bagna più semplice da preparare per il tiramisù al limone è quella che vede miscelate 1 parte d’acqua, 1 di succo di limone, 1 parte di limoncello e un po’ di zucchero in base al vostro gusto. Le dosi sono molto indicativi e consentono di sperimentare in base al proprio gusto.

Nel caso in cui preferiate un dolce senza alcool, si consiglia una bagna analcolica: seguite le stesse dosi, ma omettete il limoncello.

Conservazione

Il tiramisù al limone si conserva in frigo per 3 giorni, coperto con uno strato di pellicola trasparente o con un coperchio in silicone estensibile.

Varianti

Il tiramisù al limone si presta ad essere modificato ed arricchito in tantissimi modi, vediamone alcuni.

Tiramisù al limone con la frutta

Provate ad aggiungere pezzi di frutta fresca o sciroppata; fragole frutti di bosco, pesche ed ananas sembrano essere gli abbinamenti più apprezzati dai commensali.

Tiramisù al limone con pistacchi, mandorle e pinoli

Anche la frutta secca può arricchire e dare un tocco in più al vostro tiramisù al limone. La combinazione migliore è quella con i pistacchi, sia interi sia in granella, ma anche le mandorle a lamelle o i pinoli tostati sono un connubio ben riuscito.

Tiramisù al limone e cioccolato bianco

Se non badate alle calorie, questa è una variante per veri golosi, aggiungete al mascarpone ridotto in crema del cioccolato bianco fuso (calcolate 100 g ogni 500 g di mascarpone). Amalgamate il tutto e procedete come da ricetta. Il risultato libidinoso è assicurato!

Consigli

Nel caso in cui non abbiate il mascarpone, potete sostituirlo con la ricotta o lo yogurt greco, o ancora con una crema al limone appositamente preparata. Allo stesso modo potete sostituire la panna. L’importante è ricordarsi di integrare alla farcitura che preferite un po’ di scorza grattugiata o di sciroppo, per mantenere il caratteristico sapore di limone.

Attenzione a come grattugiate la scorza del limone: è importante prendere solo ed esclusivamente la parte gialla, che è meno amara e più profumata. Non grattugiate la parte bianca, poiché conferisce un sapore molto amaro che potrebbe compromettere la riuscita del tiramisù.

Se non avete a disposizione i classici savoiardi potete sostituirli con i Pavesini, ma anche con i Petit (i biscotti secchi tipo Oro Saiwa). Varierà un po’ la consistenza ed il gusto, ma il risultato resterà sempre ottimo.