ingredienti
  • Salmone fresco 400g • 170 kcal
  • Avocado 2 • 231 kcal
  • Lime 1 • 30 kcal
  • Limone 1 • 305 kcal
  • Sale q.b • 21 kcal
  • Pepe nero in grani q.b
  • Erba cipollina q.b • 30 kcal
  • Olio extravergine d’oliva q.b • 29 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La tartare di salmone e avocado è un antipasto leggero, dal sapore delicato e davvero facilissimo da preparare. Un piatto elegante pronto in pochi minuti, perfetto per iniziare una cena gourmet e stupire i vostri commensali. L'avocado è sempre più utilizzato nelle nostre preparazioni, amato per il suo gusto e per le sue proprietà nutritive: in questa ricetta viene insaporito semplicemente con lime fresco, sale ed erba cipollina. Per una tartare perfetta fate attenzione alla scelta del salmone che, se utilizzato crudo, deve essere abbattuto per evitare il rischio anisakis; in alternativa, potete scegliere del salmone affumicato che dovrete semplicemente tagliare a dadini. Cosa aspettate? Seguite la ricetta!

Come preparare la tartare di salmone e avocado

Prendete il filetto di salmone, eliminate le eventuali spine rimaste e tagliatelo a cubetti (1). Mondate e tagliate finemente un cipollotto (2). In una ciotolina condite il cipollotto tritato ed il salmone con olio extravergine di oliva, succo di mezzo limone, sale, pepe ed erba cipollina tritata finemente: mescolate delicatamente con un cucchiaio e coprite con un foglio di pellicola trasparente (3). Lasciate insaporire per 10 minuti.

Nel frattempo pulite un avocado maturo (4), eliminate la buccia e tagliate la polpa a cubetti. Conditelo con olio evo, succo di lime, sale e pepe e mescolate (5). Procuratevi un coppapasta di 10 cm e sistematelo su un piatto da portata: adagiate sul fondo l'avocado e con un cucchiaio fate una leggera pressione per compattarlo (6); unite quindi il salmone e ripetete l'operazione. Sfilate delicatamente il coppapasta e servite subito la vostra tartare con qualche grano di pepe nero ed un ciuffo di erba cipollina.

Consigli

Vi consigliamo di preparare la tartare appena prima di servirla: in questo modo eviterete che l'avocado si annerisca per il naturale processo di ossidazione, rovinando così il vostro piatto.

Per preparare una tartare perfetta, fate attenzione ad utilizzare un avocado maturo: per essere sicuri tastatelo leggermente con le dita, se è duro significa che è ancora acerbo. Se al tatto l'avocado risulta morbido allora è pronto per essere tagliato ed utilizzato.

Per evitare di contrarre il batterio anisakis, parassita presente nel pesce crudo, fate attenzione ad utilizzare del salmone abbattuto, cioè trattato a temperature molto basse, in questo caso non correrete alcun rischio.

Per guarnire la vostra tartare potete utilizzare anche del prezzemolo fresco o qualche foglia di rucola fresca.

Potete insaporire la vostra tartare aggiungendo qualche goccia di olio piccante al vostro condimento.

Conservazione

È sconsigliata la conservazione per evitare che gli ingredienti, utilizzati a crudo, si rovinino.