ingredienti
  • Yogurt greco 340 gr • 115 kcal
  • Percoche 5
  • Pesche gialle 4 • 30 kcal
  • Zucchero di canna 4 cucchiai • 380 kcal
  • Miele di acacia 1 cucchiaio • 304 kcal
  • Limone 1 • 29 kcal
  • Foglie di menta q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La tartare di pesche e yogurt è un dolce al cucchiaio dai sapori delicati e raffinati. Semplice e di rapidissima esecuzione, viene preparato tagliando a dadini piccoli la frutta fresca che, mescolata a yogurt greco naturale, succo di limone e zucchero, viene servita al piatto in eleganti monoporzioni. Può essere offerta a fine pasto, a conclusione di una cena speciale tra amici, ma è perfetta anche da gustare come merenda: per soddisfare la voglia di dolce in tutta leggerezza e senza sensi di colpa. Scopriamo insieme come preparare la tartare di pesche e yogurt in poche e facili mosse.

Come preparare la tartare di pesche e yogurt

tagliare le pesche a cubetti

Sbucciate tutte le pesche gialle e 4 percoche, ricavatene la polpa e tagliatela a cubetti con un coltello ben affilato, avendo cura di tenere separate le due tipologie di pesca (1).

condire le pesche

Raccogliete le due tartare in ciotole separate. Condite ciascuna con 2 cucchiai di zucchero di canna e una spruzzata di succo di limone (2), e poi mescolate.

aggiungere lo yogurt

Aggiungete 1 cucchiaino di yogurt greco in ogni ciotola e mescolate ancora (3).

Formare la tartare

Utilizzando un coppapasta da 6-8 cm di diametro formate in ogni piatto un disco di tartare: prima sistemate uno strato di cubetti di pesca gialla e poi uno di percoca (4).

Decorare la tartare

Mescolate lo yogurt greco restante al miele e distribuitene un cucchiaio in ogni piatto. Poi mondate la pesca rimasta, affettatela finemente e decorate la superficie della tartare (5).

tartare di pesche

Completate il piatto con qualche fogliolina di menta e servite (6).

Consigli

Per dare un tocco di maggiore croccantezza e fragranza alla vostra tartare, cospargete la superficie con delle mandorle a lamelle, leggermente tostate in padella, oppure dei pistacchi tritati grossolanamente al coltello; per un tocco ancora più goloso, guarnite con gocce di cioccolato e un filo di crema di nocciole al naturale.

Per questa ricetta sono state utilizzate le pesche gialle e le percoche: qualunque sia la varietà prescelta, è bene che la frutta sia ben soda, croccante e non troppo matura per evitare che rilascino troppo liquido nel piatto. Nel caso in cui fuoriuscisse comunque del liquido nella fase di impiattamento della tartare, cercate di eliminarlo tamponando con un foglio di carta assorbente da cucina.

Potete realizzare questa tartare anche in versione multicolore utilizzando più frutti e alternando ai cubetti di pesca quelli di ananas, kiwi, melone e fragole. In alternativa, potete anche prepararla con un altro frutto di vostro gradimento.

Succose e zuccherine, le pesche sono un frutto incredibilmente versatile: dalle crostate alle torte, fino alle confetture o ai dolci al cucchiaio, sono davvero tanti i modi in cui è possibile impiegarle in pasticceria. Scopritene ben sette.

Conservazione

La tartare di pesche e yogurt  si conserva in frigorifero, coperta con un foglio di pellicola trasparente, per massimo 1-2 giorni.