I supermercati saranno aperti o chiusi il 25 aprile? Si tratta di una giornata di festa, il giorno simbolo della vittoria degli alleati e dei partigiani sul governo fascista e l’occupazione nazista. Segnato in rosso sul calendario degli italiani dal 1946, il 25 aprile 2020 sarà molto diverso da tutti gli altri. L’emergenza dovuta al Covid -19 ha stravolto le vite in tutto il mondo e l’Italia è uno dei Paesi più colpiti dal virus. La situazione dei supermercati varia da regione a regione, vediamo dunque quali supermercati saranno aperti e dove.

Le aperture dei supermercati regione per regione

Una risposta univoca per tutta Italia non c’è: la situazione cambia a seconda del territorio, in alcuni casi addirittura in base al supermercato.

L’apertura regolare è prevista solo in Liguria dove sono comunque annunciati degli scioperi in vista della mancata presa di posizione della regione. I sindacati, come successo a Pasqua e Pasquetta, avrebbero voluto una chiusura imposta dalla politica per evitare fughe ai supermercati, ridurre le persone in strada e soprattutto dare un po’ di respiro ai tanti lavoratori che in questa pandemia stanno dando tutto.

Chiusura totale prevista per la Valle d’Aosta, Piemonte, Trentino Alto-Adige Veneto, Friuli Venezia-Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Molise, Abruzzo, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Atteggiamento diverso quello messo in atto in Lombardia: nella regione più colpita d’Italia dal virus non è stata imposta alcuna chiusura, come già successo a Pasqua e Pasquetta e la decisione è affidata ai singoli imprenditori. I sindacati premono per la chiusura decisa da Fontana, al fine di evitare la scusa della passeggiata al supermercato, ma la giunta regionale fino ad oggi ha fatto orecchie da mercante. Molti supermercati saranno aperti solo mezza giornata, Esselunga e Conad hanno predisposto il full time dalle 7:00 alle 20:00, altri apriranno alle 7:30 per chiudere ugualmente alle 20:00.

Chi può restare aperto in tutta Italia

L’unica ordinanza comune a tutto il territorio italiano riguarda i negozi che potranno aprire le serrande , con delle limitazioni. Nei giorni festivi del 25 aprile potranno  aprire le rivendite di giornali (limitatamente alla vendita dei prodotti editoriali), le farmacie e le parafarmacie.