suor-germana-morta

Una donna spiritosa, altruista e una gran cuoca. Si è spenta il 7 marzo Suor Germana all’età di 82 anni, nel suo paese natale, Caronno Varesino, in Veneto. Il suo nome di battesimo era Martina Consolaro.

La popolarità negli anni '80 e '90 dopo la pubblicazione del suo primo libro nel 1983, Quando cucinano gli angeli. Fu soprannominata La cuoca di Dio, in quegli anni la sua popolarità superava di gran lunga quella dei top chef, paragonabile oggi a una presentatrice di Masterchef.

Il primo ricettario è diventato subito un best seller e dal 1987 la casa editrice d’appartenenza le fece pubblicare un libro all’anno per una collana chiamata L’agenda di suor Germana. Contemporaneamente fioccavano le collaborazioni: Radio Maria e Famiglia Cristiana in primis, poi Visto e le trasmissioni televisive di Rai e Mediaset come Mi manda Lubrano, Forum, I fatti vostri, Uno Mattina, Domenica In e Cominciamo bene. Addirittura un Festival di Sanremo nel 1999. L'ultimo libro di ricette è del 2016 e si intitola "Il ricettario di Suor Germana: 30 anni di cucina casalinga".

Il suo lavoro in cucina deriva dalla vocazione delle suore del Famulato Cristiano, una congrega molto attiva nel ruolo di tutela delle giovani lavoratrici. Sin dal 1957, anno in cui ha preso i voti, è stata destinata dalla congregazione all'insegnamento e assegnata a una scuola per fidanzati, dove ha insegnato cucina aiutando le coppie in procinto di sposarsi. All’inizio degli anni ‘90 una malattia e un periodo di riflessione durato tanti mesi, la portarono a lasciare la congregazione per abbracciare l’Ordo Virginum, una consacrazione in cui si sceglie di vivere per tutta la vita la verginità “per il regno dei cieli”; questo le ha permesso di vivere in appartamento, svolgere un’attività lavorativa e mantenersi da sola.

I funerali di Suor Germana, come riporta Varese News, si svolgeranno in forma strettamente privata per seguire le disposizioni di sicurezza e tutela pubblica emanate in conseguenza all'emergenza Coronavirus.