ingredienti
  • Sfincione bagherese (120 minuti)
  • Farina tipo 0 250 gr • 349 kcal
  • Semola di grano duro rimacinata 250 gr
  • Acqua 300 gr • 750 kcal
  • Lievito di birra fresco 10 gr • 750 kcal
  • Sale 10 gr • 1 kcal
  • Olio extravergine di oliva 40 gr • 79 kcal
  • Condimento (40 minuti)
  • Cipolle rosse 2
  • tuma (oppure primosale) 250 gr
  • Acciughe sott’olio 6 filetti
  • Pane raffermo 2 fette • 79 kcal
  • Caciocavallo grattugiato 100 gr
  • Origano q.b.
  • Ricotta di pecora 300 gr • 174 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Sale q.b. • 1 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Lo sfincione bagherese è una specialità siciliana, un piatto tipico di Bagheria, un comune non lontano da Palermo: una variante locale del più celebre sfincione palermitano. Quello bagherese è una sorta di focaccia alta e morbida, ricoperta di tuma (formaggio tradizionale siciliano), acciughe, ricotta, cipolle bianche appassite e mollica di pane tostata mista a caciocavallo. A differenza dell'omonimo palermitano, lo sfincione bagherese è senza pomodoro. Qui lo trovate in una variante con le cipolle rosse per un risultato meno pungente e più dolce.

Come preparare lo sfincione bagherese

Sciogliere il lievito nell'acqua

Raccogliete l'acqua in una ciotola e scioglietevi il lievito di birra (1). Poi aggiungete le farine e amalgamate. Infine incorporate l'olio e il sale, quindi impastate fino ad ottenere un composto elastico e omogeneo.

Impasto sfincione

Formate una palla (2), poi riponetela in ciotola, coprite con pellicola e fate lievitare in luogo riparato fino al raddoppio.

Cipolle per lo sfincione

Nel frattempo, mondate e affettate le cipolle (3). Poi raccoglietele in una padella antiaderente e fatele appassire con mezzo bicchiere d'acqua e un coperchio. Quando l'acqua sarà evaporata e le cipolle appariranno morbide aggiungete un generoso giro di olio, un paio di acciughe e fate insaporire mescolando. Levate e tenete da parte.

mollica di pane tostata

Spezzettate grossolanamente il pane nel boccale di un frullatore e frullate in modo da ottenere delle briciole grossolane. Versate le briciole nella stessa padella di cottura delle cipolle (4) e fatele dorare fino a quando saranno croccanti. Levate dal fuoco e fate raffreddare.

Impasto in teglia

Rivestite uno stampo da 24-26 cm di diametro con un foglio di carta forno. Ungete generosamente la superficie e poi adagiatevi l'impasto lievitato, quindi stendetelo con i polpastrelli in modo da ricoprire la base fino ai bordi (5).

tuma per lo sfincione

Ungete la focaccia con un giro di olio, poi spezzettate le acciughe e distribuitele sulla superficie e continuate con uno strato di tuma tagliata a fette spesse (6). Poi proseguite distribuendo la ricotta in fiocchi e successivamente le cipolle.

Sfincione bagherese

Prendete la mollica tostata tenuta da parte e aggiungetevi il caciocavallo grattugiato, pepe e una generosa spruzzata di origano. Utilizzate la panatura aromatica ottenuta per coprire la superficie dello sfincione (7). Cuocete la focaccia in forno statico preriscaldato a 200°C per circa 30 minuti. Sfornate, fate intiepidire, poi sformate e servite.

Consigli

Potete realizzare lo sfincione bagherese con le cipolle che preferite; se non trovate la tuma, tipico formaggio siciliano stagionato pochissimo, potete sostituirla con del formaggio fresco tipo primo sale. Stessa cosa, se non trovate il caciocavallo potete sostituirlo con una provola non troppo stagionata.

Conservazione

Potete gustare lo sfincione di Bagheria sia tiepido che freddo, conservandolo in frigo per massimo 2 giorni: per alcuni, infatti, lo sfincione acquista sfumature di sapore se fatto riposare per un giorno.