video suggerito
video suggerito
ricetta

Rognone trifolato: la ricetta del secondo in padella e i segreti per renderlo tenero e gustoso

Preparazione: 10 Min
Cottura: 15 Min
Riposo: 3 ore
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4-6 persone
A cura di Eleonora Tiso
15
Immagine

ingredienti

Rognone di vitello
2
Aglio
1 spicchio
Aceto
2-3 cucchiai
Prezzemolo
1 ciuffo
Vino bianco secco
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.
ti servono inoltre
verdure di stagione a piacere già cotte
q.b.

Il rognone trifolato è un secondo piatto appartenente alla tradizione contadina, facile e veloce da realizzare. Si tratta di un taglio povero, più precisamente i reni degli animali da allevamento, facente parte, insieme alle interiora e altre frattaglie, del cosiddetto quinto quarto che, se preparato a regola d’arte, regalerà in cucina grandi soddisfazioni.

Innanzitutto, prima di portarlo in tavola, occorrerà selezionare accuratamente la materia prima che potrà essere di vitello, agnello o maiale, ma, rigorosamente freschissima e proveniente da un esemplare giovane: in caso contrario la carne risulterebbe eccessivamente dura e il sapore finale troppo intenso e pungente.

Poi si passa all’ammollo, per qualche ora, in acqua fredda acidulata con un goccino di aceto: fase necessaria affinché il rognone si pulisca alla perfezione e perda il suo gusto deciso. Infine, si procede alla cottura, rapida e su fiamma viva, con olio extravergine di oliva, aglio, una spruzzata di vino bianco e un ciuffo di prezzemolo tritato. Il risultato sarà una portata saporita, che delizierà gli amanti del genere, da servire per qualsiasi pranzo o cena di famiglia con fette di pane casereccio e una porzione di verdure di stagione.

Per una riuscita ottimale ti suggeriamo di prediligere il rognone di vitello, più tenero e delicato, e di non prolungare i tempi di cottura oltre i quindici minuti: in caso contrario risulterebbe gommoso al morso e il buon esito della ricetta sarebbe irrimediabilmente compromesso.

Scopri come preparare il rognone trifolato seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche la coratella di agnello.

Come preparare il rognone trifolato

Indici con un coltello il rognone 1 ed elimina il grasso presente nella parte centrale.

Mettilo in una ciotola, coperto con acqua fredda 2.

Versa l'aceto 3 e tienilo in ammollo per almeno 3 ore, in modo da eliminare le impurità residue e far sì che il rognone perda il suo sapore deciso.

Quando avrà assunto un colorito grigiastro 4, scolalo dal liquido di conservazione e sciacqualo sotto l'acqua corrente.

Lascia imbiondire in una padella lo spicchio d'aglio con un filo d'olio 5.

Aggiungi il rognone 6 e fallo rosolare su fiamma viva per qualche minuto.

Sfuma con il vino bianco 7, e aggiusta di sale e di pepe.

Profuma con il prezzemolo tritato 8 e leva dal fuoco.

Trasferisci il rognone su un tagliere e affettalo sottilmente 9.

Disponi il rognone trifolato nei piatti individuali e servilo ben caldo, accompagnandolo con delle verdure di stagione 10.

Conservazione

Ti suggeriamo di consumare il rognone trifolato ben caldo e al momento. Si sconsiglia la conservazione.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
api url views