ricetta

Pollo tandoori: la ricetta tradizionale indiana

Preparazione: 15 Min
Cottura: 35 Min
Riposo: 24 ore
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Silvia e Rosmarino
52
Immagine
ingredienti
Cosce e sovracosce di pollo
1 kg
Yogurt
150 gr
Pasta tandoori
100 gr
pasta di aglio e zenzero
10 gr
Curry in polvere
1 cucchiaino
Limone
1/2
Sale
q.b.

Il pollo tandoori, o tandoori chicken, è uno dei piatti più rappresentativi della cucina indiana. Originario della città di Peshawar, deriva il nome dal tandoor, il tipico forno di argilla dalla forma cilindrica, in cui la carne veniva tradizionalmente cotta, diffusissimo in tutto il Medio Oriente. Si tratta di una ricetta semplice e molto gustosa preparata con cosce e sovracosce di pollo, lasciate marinare in frigo per 24 ore con yogurt, pasta tandoori, aglio, zenzero, sale e succo di limone, e poi cotte in forno.

Il risultato sarà un secondo morbido e succoso, incredibilmente saporito e speziato, perfetto da servire per una cena etnica tra amici, in abbinamento al pane naan o a una porzione di riso pilaf, o per il pranzo della domenica in famiglia.

Per una resa fedele all’originale abbiamo utilizzato la pasta tandoori, un condimento reperibile in commercio, sia in crema sia in polvere, realizzato con una miscela di spezie (tandoori masala) a base di cardamomo, cumino, cannella, peperoncino e aromi vari, che conferiranno al pollo un colorito rossastro e un sapore unico nel suo genere. Se non lo trovi, puoi sostituirlo con il garam masala, di più facile reperibilità, e arricchire la marinatura con peperoncino di Cayenna, curcuma, cipolla ed erbette aromatiche secondo il gusto personale.

Scopri come preparare il pollo tandoori seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche altri piatti etnici come il pollo al curry o il pollo tikka masala.

Come nasce il pollo tandoori?

Il pollo tandoori deve i suoi natali a Kundan Lal Gujral, cuoco del ristorante Moti Mahal di Peshawar che, per intuizione, decise un giorno di preparare la carne nel tandoor, il tradizionale forno a legna o a carbone in grado di raggiungere temperature superiori ai 400 °C, riservato, prima di allora, quasi esclusivamente alla cottura del pane.

L’esperimento riscosse un tale successo, regalando un pollo croccante esternamente e tenerissimo al cuore, che sembra conquistò anche il primo ministro indiano, Jawaharlal Nehru, il quale lo inserì nel menu dei banchetti ufficiali del governo.

Come preparare il pollo tandoori

Spella le cosce e le sovracosce di pollo 1.

Sistema la carne in una pirofila 2.

Prepara la salsa per la marinatura: versa la pasta tandoori in una ciotolina 3.

Aggiungi lo yogurt e la pasta di aglio e zenzero, aggiusta di sale e unisci il succo del limone 4.

Profuma con il curry 5 e mescola con cura, fino a ottenere una salsa cremosa e omogenea.

Spennella per bene il pollo con la salsa preparata 6.

Copri con pellicola trasparente e lascia marinare in frigo per 24 ore 7 .

Trascorso il tempo di marinatura, trasferisci il pollo su una teglia, rivestita con carta forno 8, e inforna a 200 °C, in modalità ventilata, per circa 35 minuti.

Una volta cotto, sforna il pollo tandoori, disponilo in un piatto da portata e servi 9.

Conservazione

Il pollo tandoori si conserva in frigo, in un contenitore ermetico, per 1 giorno massimo.

52
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
52