ricetta

Pollo alle mandorle: la ricetta originale cinese

Preparazione: 10 Min
Cottura: 20 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
13
Immagine

Il pollo alle mandorle è un secondo piatto di origine cinese ma ormai famoso in tutto il mondo grazie alla sua diffusione nei ristoranti asiatici. Quella che vi proponiamo è una ricetta semplice e light, per cui sono necessari pochissimi ingredienti: i bocconcini di pollo saranno uniti alle mandorle tostate e avvolti da una delicata cremina a base di salsa di soia e zenzero.

Accompagnato da riso bianco, di varietà pilaf o basmati, il pollo alle mandorle diventa un piatto unico perfetto da preparare per una cena con gli amici o in famiglia: piace molto anche ai bambini. Tradizionalmente questa preparazione si esegue nel wok, un tegame dai bordi alti che mantiene la temperatura costante assicurando così una cottura uniforme, ma in alternativa puoi utilizzare una padella antiaderente, preferibilmente con il fondo spesso.

In soli 30 minuti potrai portare in tavola un pollo alle mandorle fatto in casa davvero squisito, che puoi accompagnare con altre golose ricette della cucina cinese come gli involtini primavera, il riso alla cantonese o i ravioli al vapore ripieni di carne.

ingredienti
Petto di pollo
500 gr
Cipolla bianca
1
Aglio
1 spicchio
Mandorle pelate
120 gr
Salsa di soia
100 ml
Brodo di pollo
100 ml
Radice di zenzero
2 cm
Farina di riso
q.b.
Olio di semi
q.b.

Come preparare il pollo alle mandorle

Sbuccia lo zenzero con un pelapatate o un coltello molto affilato. Taglialo quindi a cubetti molto piccoli, di 2-3 mm 1.

Sbuccia e taglia la cipolla a fettine sottili, in modo che si cuocia più velocemente 2.

Sbuccia anche l'aglio e taglialo a rondelle 3.

Elimina eventuali cartilagini e ossa dai petti di pollo: dovranno essere perfettamente puliti 4.

Taglia i petti di pollo a cubetti di 3-4 cm, cercando di farli il più possibile regolari 5.

Infarina i cubetti di pollo con la farina di riso 6: elimina l'eccesso utilizzando un setaccio.

Versa un filo d'olio in una padella antiaderente, fallo scaldare a fiamma bassa, poi unisci lo zenzero, la cipolla affettata e l'aglio 7.

Nel frattempo fai tostare le mandorle in una padella a fiamma dolce, avendo cura di girarle spesso così da non bruciarle 8. In alternativa, puoi tostare le mandorle in forno: basteranno circa 10 minuti a 200 °C.

Quando la cipolla risulterà imbiondita e l'aglio e lo zenzero si saranno ammorbiditi, aggiungi il pollo e cuoci finché questo non sarà ben rosolato 9.

Versa la salsa di soia e un bicchiere di brodo di pollo e lascia evaporare per qualche secondo 10.

Aggiungi infine le mandorle precedentemente tostate, lasciando cuocere per qualche altro minuto a fuoco dolce mescolando spesso 11.

Distribuisci il pollo alle mandorle nei piatti individuali e servi subito 12. A piacere, puoi accompagnarlo con del riso basmati semplicemente lessato, proprio come si usa in molte ricette della cucina asiatica: il gusto neutro del riso, insaporito dal fondo di cottura del pollo, bilancerà perfettamente i sapori del piatto.

Consigli

La salsa è la caratteristica principale di questo piatto: fai attenzione a non farla restringere eccessivamente durante la preparazione. Nel caso volessi ottenerne di più, ti basterà aumentare la quantità di salsa di soia – scegliendo preferibilmente la versione con poco sale – e aggiungere acqua calda o brodo. Se invece la cremina dovesse risultare troppo liquida, puoi aggiungere un paio di cucchiai di farina di riso o di fecola di patate, che aiuteranno ad addensarla.

Puoi arricchire la ricetta con germogli di bambù, che si trovano freschi, essiccati o in scatola nei supermercati più forniti o nei negozi etnici, oppure con verdure: il pollo alle mandorle è ottimo, ad esempio, con carote o zucchine.

Per dare un tocco in più al piatto, puoi aggiungere in superficie dei semi di sesamo o del cipollotto fresco tagliato a pezzettini.

Nonostante la ricetta tradizionale la preveda, il pollo alle mandorle può essere preparato anche senza soia: puoi semplicemente far saltare il pollo in padella e poi unire le mandorle, oppure, per ottenere un sapore leggermente agrodolce, aggiungere anche qualche cucchiaio di aceto balsamico.

Conservazione

Il pollo alle mandorle può essere conservato in frigorifero per circa 2 giorni in un contenitore con chiusura ermetica. Se hai utilizzato del pollo fresco, puoi anche congelarlo per massimo un mese.

Dov'è nato il pollo alle mandorle

L'origine del pollo alle mandorle non è certa: stando alla tradizione, il piatto sarebbe nato nella provincia di GuangDong al tempo dell'ultima dinastia Qing, e in particolare intorno al 1800, quando l'allora imperatrice Dowager Cixi chiese al cuoco di corte un piatto saporito che le consentisse di rinfrancarsi dal rigido freddo invernale. Originariamente la ricetta veniva realizzata utilizzando quaglia e cavolo cinese, ma le difficoltà a reperire questo tipo di carne ne determinarono la sostituzione con il pollo, più diffuso e dunque facile da trovare. Pare invece che le mandorle siano un'aggiunta relativamente moderna, che risale a quando il piatto è entrato a far parte della cucina casalinga tradizionale.

13
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Secondi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
13