ingredienti
  • Per l'impasto
  • Farina 00 850g • 36 kcal
  • Lievito di birra fresco 1,5g • 750 kcal
  • Sale 25g • 0 kcal
  • Acqua 500ml • 750 kcal
  • Per il condimento
  • Provola • 21 kcal
  • Funghi misti • 21 kcal
  • Fiordilatte o mozzarella
  • Olio d’oliva • 901 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pizza con funghi e provola è una pizza digeribile e leggera, l'ideale per una serata semplice, ma ricca di sapori. In genere viene servita bianca, nella versione senza pomodoro, ma potete prepararla anche rossa e aggiungere gli ingredienti che preferite.

Per preparare la pizza funghi e provola partite innanzitutto da un buon impasto per la pizza napoletana. Potete farla a casa seguendo la ricetta, con l'aiuto di un'impastatrice, se l'avete. Trascorso il dovuto tempo di lievitazione, condite la pizza con funghi freschi trifolati e la provola, dolce o affumicata. Per esaltare i funghi, spargete del prezzemolo fresco e, per un gusto ancora più carico, aggiungete qualche fetta di speck.

Come preparare la pizza con funghi e provola

Preparate l'impasto versando 500ml di acqua a temperatura ambiente in una ciotola. Aggiungete sale,farina 00 e mescolate.

Unite il lievito di birra fresco e fatelo sciogliere completamente. Aggiungete la farina restante e lavorate l'impasto con le mani fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Avvolgete l'impasto in un canovaccio pulito e lasciate lievitare per almeno 8 ore.

Dividete l'impasto in panetti più piccoli. Stendete le pagnotte con le mani, impastando dal centro verso l'esterno, fino ad ottenere un disco della giusta dimensione.

Ciambelle pizza

Condite la pizza con della mozzarella tagliata a fettine, la provola e spargete i funghi misti. Versate un giro d'olio e infornate a 220° per circa 30 minuti.

timballo riso provola

Consigli per un impasto perfetto

Preparate l'impasto al mattino per far sì che, oltre alla lievitazione, avvenga anche la maturazione: in questa fase si scinderanno gli zuccheri e la pizza sarà più leggera e digeribile.

Lavorate l'impasto energicamente e, se dovesse risultare troppo duro, aggiungete un po' di acqua, se invece risultasse troppo appiccicoso unite un altro po' di farina.

Fate lievitare l'impasto della pizza ben coperto e al caldo e al riparo da correnti: sarà pronto quando avrà raddoppiato il suo volume. Per accorciare i tempi di lievitazione, è possibile aggiungere all'impasto un cucchiaino di zucchero: aiuterà infatti a velocizzarla.

Stendete la pasta solo con le mani, senza utilizzare il matterello. I dischi di pizza dovranno essere di 1/2 centimetro al massimo. Per ogni pagnotta utilizzate una teglia di 36 centimetri.

La mozzarella dovrà essere tagliata a fette e asciutta, per evitare che bagni troppo la base della pizza: per asciugarla potete utilizzare la carta da cucina. Se un risultato ottimale anche con il forno elettrico, aggiungete la mozzarella solo 5 minuti prima di togliere la pizza dal forno.

Per evitare che la pizza si secchi in cottura, potete sistemare sul fondo del forno una pirofila con l'acqua: in questo modo la base resterà morbida.

Conservazione

Consumate la vostra pizza con fughi e provola appena calda. Se vi avanza, chiudetela in un contenitore dove non prenda aria e, se volete consumarla il giorno dopo, scaldatela per qualche minuto di nuovo in forno.

Potete anche congelare l'impasto subito dopo la lievitazione. In questo caso è meglio dividerlo in più panetti e chiuderne ciascuno in un sacchetto gelo. Prima di utilizzare nuovamente l'impasto, scongelatelo del tutto a temperatura ambiente.

In alternativa potete congelare la pizza margherita semi cotta: cuocetela fino a metà cottura e poi congelatela coperta con carta alluminio. Quando deciderete di mangiarla vi basterà cuocerla ancora congelata direttamente in forno a circa 180°-200°.