ingredienti
  • Parmigiano Reggiano 120 gr • 374 kcal
  • Pan grattato 120 gr
  • Uova 2 • 380 kcal
  • Brodo di carne 750 ml • 43 kcal
  • Noce moscata q.b.
  • Sale 1 pizzico • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I passatelli in brodo sono una delle specialità romagnole più corroboranti: un vero e proprio confort food da preparare nelle fredde serate invernali ma anche per un pranzo domenicale in famiglia. Questi vermicelli di pane e parmigiano si preparano rapidamente e, tuffati nel brodo bollente, scaldano lo stomaco e il cuore di chi li mangia.  Si possono preparare con l’apposito strumento o più semplicemente con uno schiacciapatate a fori larghi.

Una ricetta perfetta per il giorno di Natale o per la sera di Capodanno: potete seguire le stesse istruzioni anche per preparare dei passatelli da cuocere direttamente in un sugo di pesce, come nelle migliori tradizioni marinari della Riviera.

Come preparare i passatelli in brodo

Passatelli in brodo: la ricetta del primo romagnolo

Mescolate formaggio e pane grattugiato, poi aggiungete anche la noce moscata e l’uovo (1).

Passatelli in brodo: la ricetta del primo romagnolo

Impastate il tutto fino (2) a ottenere un composto omogeneo e sodo.

Passatelli in brodo: la ricetta del primo romagnolo

Preparate un brodo di carne, poi filtratelo in un pentolino. Portatelo a bollore (3).

Passatelli in brodo: la ricetta del primo romagnolo

Premete sulla pasta con l’apposito ferro da passatelli e ricavatene i vermicelli (4).

Passatelli in brodo: la ricetta del primo romagnolo

In alternativa, spremete direttamente l’impasto nel brodo bollente facendolo uscire dallo schiacciapatate (5).

Passatelli in brodo: la ricetta del primo romagnolo

Lessateli per pochi minuti, fino a che verranno a galla. Servite bollenti con parmigiano (6).

Consigli

Le dosi sono approssimative, perché moltissimo dipende dall’umidità del pane e del formaggio: se il parmigiano che usate non è molto stagionato provate ad aumentarne leggermente la dose. Potete inserire nella ricetta del prezzemolo o della menta fresca se preferite, benché la versione originale non li preveda.

Per ottenere una ricetta perfetta, fate attenzione in un paio di passaggi chiave per assicurarsi di avere un impasto abbastanza elastico che mantenga la cottura ed abbia la giusta consistenza finale: in questo modo non si disfarranno. Ecco i suggerimenti da seguire:

  • Grattugiate finemente il parmigiano in modo da poterlo meglio amalgamare al resto degli ingredienti.
  • Aggiungete le uova una alla volta sia per permetterne un migliore assorbimento sia per potervi meglio regolare con la consistenza dell'impasto che dovrà risultare liscio, compatto e leggermente elastico.
  • Regolate di sale poco alla volta considerando la sapidità del parmigiano che compone in un buona quantità l'impasto dei passatelli.
  • Fate riposare l'impasto dopo averlo preparato per farlo rilassare e poterlo meglio lavorare per dargli forma.Immergete delicatamente  i passatelli nel brodo per evitare che questi si sfaldino.A fine cottura recuperateli con attenzione con l'aiuto di una schiumarola ed aggiungete quindi il brodo di carne.

Varianti

Come ogni buona ricetta regionale ci sono piccole varianti non solo in ogni città ma anche in ogni casa. Infatti simili ricette vengono tramandate di generazione in generazione dalle azdore, ovvero le reggitrici delle famiglie agricole che si occupava di accudire la famiglia, anche e soprattutto gastronomicamente parlando. Alcune famiglie, quindi, aggiungono un po' di mortadella per insaporire l'impasto, altri del burro, chi una grattugiata di zest di limone per dare una nota fresca agrumata  e così via.

Conservazione

I passatelli sono una pasta che si mangia subito dopo averla fatta: potete però preparare il brodo di carne in anticipo e conservarlo in frigo per 1-2 giorni, ben chiuso in un contenitore ermetico. In alternativa potete anche preparalo e congelarlo: fate attenzione però a farlo raffreddare per bene prima di metterlo in freezer.