Più che una preparazione della pasticceria, la panna montata è una tentazione a cui è difficile resistere. Spumosa e soffice come una nuvola, è perfetta per arricchire torte e crostate anche se per i più golosi basta anche solo un po' di frutta fresca con cui "accompagnarla". Farla in casa? Molto più semplice di quanto pensiate ma, come sempre in cucina e ancor di più in pasticceria, occorre stare attenti a non commettere alcuni errori: ecco quali.

1. Scegliere la panna giusta

Non tutte le panne sono uguali e non tutte sono adatte ad essere montate. Il fattore importante da tenere sott'occhio quando scegliete la panna per le vostre torte è la percentuale di grassi. La giusta consistenza della panna montata dipende proprio da questo elemento: la parte grassa deve variare dal 25 al 42% ogni 100 grammi di prodotto: più è alta e più sarà semplice la montatura che richiederà anche meno tempo. Tra tutte le possibili varianti, sempre meglio scegliere la panna fresca che trovate al banco frigo.

2. Attenzione alla temperatura

Errore degli errori: la temperatura. La panna deve essere freddissima altrimenti addio montatura: la temperatura deve oscillare tra i 2 °C e i 6 °C quindi tiratela via dal frigo solo pochi secondi prima di iniziare la vostra operazione. Stessa regola vale per gli attrezzi che devono essere freddi, oltre che puliti e asciutti. Infine, un trucco importante: mettete la ciotola e le fruste in frigo per 30 minuti prima di montare la panna.

3. Gli attrezzi migliori

Se non siete particolarmente avvezzi alla pasticceria, non usate fruste a mano. La panna si monta senza dubbio meglio con le fruste elettriche, perché il segreto è nella velocità, oltre che nella capacità di incorporare l'aria necessaria durante l'operazione. Oltre a salvaguardare la salute delle vostre braccia, utilizzare le fruste elettriche vi permetterà di montare facilmente la vostra panna ed evitare che si smonti subito. Se invece siete dei bravi pasticcieri potete osare con le fruste a mano.

4. Il senso di rotazione

Come per la crema pasticciera, per montare la panna il senso di rotazione è molto importante e deve essere sempre lo stesso. Non importa che sia orario o antiorario, l'importante è che il movimento rotatorio sia sempre lo stesso e costante: solo così la vostra panna risulterà spumosa e montata a puntino.

5. Quale dolcificante usare?

In alcuni casi la panna si monta assoluta, senza aggiungere nulla; eppure spesso una buona montatura, ariosa e soffice, richiede l'aggiunta di un ingrediente dolcificante. La scelta è quasi obbligata se non volete rovinare la panna montata e si chiama zucchero a velo, l'unico che, per la sua consistenza, si scioglie immediatamente a contatto con la panna. Se non avete lo zucchero a velo, lasciate perdere e non aggiungete nulla, ma soprattutto non tentate esperimenti con prodotti come miele o agave, ottime per rovinare per sempre la vostra panna montata.

6. Non fermatevi a metà dell'opera

Uno degli errori più grossolani che rischia di rovinare tutto il vostro bel lavoro fatto è fermarvi appena la panna inizia a montarsi, convinti di aver terminato la vostra operazione. La panna deve montare almeno 10 minuti; non fatevi ingannare dal fatto che, ovviamente, inizia a montare prima della fine del tempo previsto: andate fino in fondo e ricordatevi sempre il punto due, mantenere la temperatura invariata.