ricetta

Pan di ramerino: la ricetta dei panini dolci toscani del giovedì santo

Preparazione: 225 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 12 persone
A cura di Redazione Cucina
7
Immagine
ingredienti
Farina di Manitoba
250 grammi
Lievito di birra secco
4 grammi
Zucchero
100 grammi
Sale fino
10 grammi
Tuorli
1
Farina 00
250 grammi
Uvetta
200 grammi
Rosmarino
15 grammi
Acqua tiepida
170 grammi
Olio
100 millilitri

Il pan di ramerino è un lievitato dolce tipico della tradizione culinaria toscana, la cui ricetta risale al Medioevo. Il "ramerino" altro non è che il rosmarino, l'ingrediente che contribuisce a dare il sapore e il profumo tipici a questo piatto.

Secondo la tradizione, il pan di ramerino è preparato durante la quaresima; in particolare, viene portato in tavola il giovedì santo. Il rosmarino era considerato un antidoto contro gli spiriti maligni, mentre l'uvetta era il simbolo della comunione. Anche il taglio a croce fatto sulla superficie è legato alla religione.

Se volete portarlo in tavola pur non essendo della zona, potete procurarvi i pochi ingredienti e seguire questa ricetta.

Come si prepara il pan di ramerino

Mette l'uvetta a mollo in acqua fredda 1. Scaldate il rosmarino nell'olio a fuoco basso per 15 minuti 2. Filtrate l'olio con un colino, eliminando gli aghi 3.

Mettete farina di manitoba, farina 00, zucchero e sale in una ciotola 4 e mescolate, aiutandovi con le mani. Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida e aggiungetelo all'impasto. Aggiungete l'olio aromatizzato 5 e continuate ad impastare. Unite l'uvetta 6. Poggiate l'impasto su un piano infarinato e continuate a lavorarlo fino a quando non sarà compatto.

Ponete l'impasto in una ciotola, coprite con la pellicola trasparente 7 e lasciate lievitare per circa 2 ore. Trascorso il tempo necessario, dividete l'impasto in 12 parti e formate dei panini 8. Riponete i panini su una leccarda e lasciateli lievitare per un'altra ora. Quando la lievitazione sarà terminata, spennellate i panini con l'olio d'oliva e incidete una croce sulla superficie 9. Mettete in forno già riscaldato a 200° gradi per venti minuti. Spennellate la superficie con una miscela di turlo d'uovo e acqua e lasciate cuocere per altri 5 minuti. Rimuovete dal forno e servite.

Consigli

L'impasto del pan di ramerino non è molto morbido, quindi potreste aiutarvi con una planetaria, per assicurarvi di ottenere un composto compatto senza stancarvi troppo.

Storia e varianti

Il pan di ramerino appartiene al filone dei pani dolci toscani, che tradizionalmente si fanno in primavera e durante le festività pasquali, perché legati simbolicamente al concetto di "rinascita". Così, ad esempio, anche la sportellina, il pan co' santi di Siena e il pan dolce di Pontremoli.

In questo caso, il pan di ramerino veniva spesso fatto dalle massaie in casa con i rimasugli che avevano a disposizione e portato in chiesa a far benedire il giovedì santo: non di rado veniva distribuito anche direttamente dei parroci, a volte in cambio di un'offerta per la parrocchia. Oggi è una specialità che viene preparata e venduta anche in altri periodi dell'anno.

Conservazione

Il pan di ramerino può essere conservato in luogo asciutto e fresco per circa un paio di giorni, prima che si indurisca.

7
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
7