video suggerito
video suggerito
ricetta

Melanzane a beccafico: la ricetta degli involtini sfiziosi e fragranti

Preparazione: 20 Min
Cottura: 30 Min
Riposo: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Eleonora Tiso
37
Immagine

ingredienti

melanzane lunghe viola
2
Pangrattato
100 gr
Parmigiano grattugiato
50 gr
Pinoli
1 cucchiaio
Uvetta
1 cucchiaio
Prezzemolo
1 ciuffo
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale grosso
q.b.
Sale fino
q.b.
pepe
q.b.

Le melanzane a beccafico sono un piatto semplice e sfizioso ispirato nel condimento alle celebri sarde a beccafico, grande classico della tradizione gastronomica catanese e siciliana. Si tratta di deliziosi involtini di melanzane cotti in forno, farciti con un ripieno saporito e fragrante a base di pangrattato, pinoli, uvetta e formaggio grattugiato, ideali da servire come antipasto estivo o portare in tavola come ricco contorno in abbinamento a pietanze di ogni tipo.

Per una riuscita impeccabile, per prima cosa, occorrerà tagliare le melanzane a fette sottili di non più di 1 cm di spessore, sistemarle a strati in un colapasta, cosparse con un pizzico di sale grosso, e lasciarle spurgare poi per almeno mezz'ora in modo da eliminare il caratteristico sentore amarognolo e parte dell'acqua di vegetazione. Nel frattempo, si mescola in una ciotola il pangrattato, precedentemente tostato in un padellino con i pinoli e un filo d'olio, il prezzemolo tritato e una manciata di parmigiano, e si farciscono quindi le melanzane, grigliate su una piastra rovente, con un cucchiaio di composto preparato e l'uvetta, ammollata in acqua fredda e ben strizzata.

A questo punto non ti rimarrà che avvolgere le fette su se stesse, disporre i rotolini ottenuti su una teglia leggermente unta di olio e ricoprirli poi in superficie con il ripieno rimanente. Il risultato saranno dei bocconcini molto appetitosi, perfetti da proporre anche per un buffet di festa o come secondo vegetariano abbondando leggermente con le quantità.

Chi preferisce potrà sostituire il parmigiano con il pecorino o il caciocavallo, oppure potrà aggiungere al resto degli ingredienti un ciuffo di basilico sminuzzato o la scorza grattugiata di un limone: per una nota piacevolmente fresca e aromatica.

Scopri come preparare le melanzane a beccafico seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche gli involtini di melanzane o gli spiedini di melanzane.

Come preparare le melanzane a beccafico

Lava le melanzane, sistemale su un tagliere 1 e asciugale.

Tagliale nel senso della lunghezza a fette di circa 1 cm di spessore 2.

Disponile a strati in un colapasta alternandole a un pizzico di sale grosso 3 e lasciale riposare per una mezz'ora.

Trascorso il tempo, tampona le melanzane con un canovaccio pulito e grigliale su una piastra rovente 4.

Man mano che sono pronte, trasferiscile su un piatto 5 e lasciale intiepidire.

Nel frattempo, tosta in un padellino il pangrattato con i pinoli e un filo d'olio 6. Leva quindi dal fuoco, fai raffreddare e raccogli tutto in una terrina.

Profuma con il prezzemolo sminuzzato e aggiungi il parmigiano grattugiato 7, quindi aggiusta di sale e di pepe.

Distribuisci su ogni fetta di melanzana grigliata un cucchiaio di composto preparato 8.

Completa con un po' di uvetta 9, precedentemente ammollata e ben strizzata.

Avvolgi le fette di melanzana e forma tanti involtini 10.

Disponi i rotolini farciti in una teglia leggermente unta d'olio 11.

Ricopri con il pangrattato rimanente 12, irrora con un filo d'olio e metti in forno a 180 °C per circa 20 minuti.

Trascorso il tempo, sforna le melanzane a beccafico e sistemale su un piatto da portata 13. Porta in tavola e servi.

Consigli

I più golosi potranno scegliere di friggere le melanzane: tuffandole direttamente nell'olio di semi bollente o passandole prima nell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato, per una resa ancora più croccante.

Le melanzane a beccafico si conservano in frigo, in un contenitore a chiusura ermetica, per 1-2 giorni massimo.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
37
api url views