ingredienti
  • Cavolo nero 300 gr
  • Parmigiano grattugiato 70 gr • 899 kcal
  • Mafaldine 400 gr
  • Gherigli di noci 40 gr
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 0 kcal
  • Prezzemolo qualche fogliolina • 79 kcal
  • per la guarnizione
  • Gherigli di noci 40 gr
  • Parmigiano in scaglie q.b. • 374 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le mafaldine con cavolo nero e noci sono un primo piatto leggero e appagante, ideale se avete degli amici vegetariani a cena. Questo vegetale, tipico della tradizione toscana e dalle straordinarie proprietà nutritive, viene sbollentato in acqua e poi frullato insieme a parmigiano, noci e olio a filo. Il risultato è una crema dal gusto equilibrato e dalla consistenza avvolgente, perfetta per condire il vostro formato di pasta preferito. Semplici e sfiziose, si prestano a qualunque occasione: dal pranzo in famiglia all'invito dell'ultima ora, in cui si desidera comunque fare bella figura con i propri ospiti. Scoprite come realizzarle seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare le mafaldine con cavolo nero e noci

Lavate accuratamente il cavolo nero e lessatelo in acqua bollente per circa 5-7 minuti (1); una volta cotto, scolatelo e trasferitelo subito in una ciotola con acqua fredda. Tenete da parte un goccio dell'acqua di cottura.

Scolate il cavolo nero e trasferitelo in un mixer da cucina; aggiungete il parmigiano, qualche fogliolina di prezzemolo e le noci (2), quindi frullate versando a filo l'olio necessario a ottenere una crema omogenea.

Lessate la pasta in acqua bollente e salata, quindi scolatela al dente e versatela in una padella insieme alla crema di cavolo nero; aggiungete un goccio di acqua di cottura del cavolo, salate, pepate e mantecate per bene (3).

Distribuite la pasta nei piatti individuali, quindi guarnite con i gherigli di noce e il parmigiano in scaglie, e servite (4).

Consigli

Per aggiustare la consistenza della vostra crema di cavolo nero, aggiungete l'acqua di cottura della verdura: in questo modo non avrete bisogno di aggiungere troppo olio e il risultato finale sarà altrettanto gustoso ma più leggero.

Scottate le foglie di cavolo nero in acqua bollente e poi trasferitele in una ciotola con acqua fredda e ghiaccio: questo trucchetto vi consentirà di ottenere una crema dai colori brillanti e vividi.

Per un impiattamento originale, potete friggere alcune foglie di cavolo nero e poi disporle sulla pasta: lavate e asciugate perfettamente le foglie, quindi friggetele in olio di semi bollente per pochi istanti; scolatele, asciugatele su un foglio di carta assorbente da cucina e poi conditele con un pizzico di sale. Saranno davvero deliziose, anche solo come aperitivo sfizioso.

Potete sostituire le mafaldine con i paccheri, i rigatoni, gli gnocchetti sardi e persino le orecchiette. Naturalmente, qualora non aveste le noci, potete utilizzare le mandorle, gli anacardi o i pinoli; per un sapore più intenso, invece, sostituite il parmigiano con il pecorino grattugiato.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la ribollita di cavolo nero.

Conservazione

Le mafaldine con cavolo nero e noci si conservano in frigorifero per massimo 1 giorno, in un apposito contenitore ermetico. Potete trasferire la vostra crema di cavolo nero in un vasetto di vetro, conservarla sempre in frigo per 2-3 giorni e utilizzarla per condire un cereale o da spalmare su una fettina di pane tostato.