ingredienti
  • Farina tipo 00 250 gr • 750 kcal
  • Uova 220 gr • 0 kcal
  • Zucchero bianco 200 gr • 470 kcal
  • Lievito in polvere per dolci 1/2 bustina • 600 kcal
  • Burro 125 gr • 45 kcal
  • Aroma alla vaniglia 1 fialetta
  • Miele 1 cucchiaino • 304 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le Madeleine, o Petit Madeleine o Madeleinette, sono dei soffici dolcetti a forma di conchiglia, tipici della tradizione francese. Nascono nella regione di Commercy, in Lorena, una regione del nord-est della Francia. La caratteristica forma a conchiglia deriva dallo stampo in cui le Madeleine venivano cotte in origine, ai tempi di Luigi XV. La tradizione vuole che al primo assaggio, il Re se ne innamorò a tal punto da battezzare questi dolcetti con il nome della pasticciera che li inventò, Madeleine Paulmier. I dolcetti diventarono tanto conosciuti che anche lo scrittore Marcel Proust li citò nella sua opera più famosa.

Il gusto delle Madeleine ricorda un po' quello del classico plumcake, ma più burroso, simile ai muffin, e con un leggero aroma alle mandorle. Il segreto per delle Madeleine soffici e gonfie è riuscire a creare la caratteristica gobbetta. Come? È molto semplice, è una questione di shock termico: l'impasto deve essere molto freddo e il forno per la cottura molto caldo. Per il resto la ricetta è molto semplice quindi, se siete pronti a mettervi all'opera, ecco come preparare Madeleine perfette, soffici e gonfie.

Se la versione dolce è un successo assicurato in ogni sua forma, riservatevi la possibilità di assaggiare anche la variante salata.

Come preparare le Madeleine

Rompete le uova a temperatura ambiente nella ciotola di una planetaria. Unite lo zucchero e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso. (1) Aggiungete la farina insieme al lievito setacciati e incorporateli al composto con un cucchiaio di legno e con movimenti delicati dall'alto verso il basso.

Sciogliete il burro in un pentolino o in microonde. Lasciatelo raffreddare e unitelo all'impasto insieme all'aroma di mandorle. Mescolate bene per incorporare gli ingredienti. (2)

Chiudete il vostro impasto in un contenitore ermetico o avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per una notte intera. (3)

Preriscaldate il forno a 250 °C e nel frattempo imburrate e infarinate leggermente lo stampo per le Madeleine. Versate una noce di impasto in ciascuna forma, abbassate la temperatura del forno a 220 °C e infornate per circa 10 minuti. (4)

Togliete le Madeleine dallo stampo appena sfornate, ancora calde, e lasciatele raffreddare su una gratella.

Consigli

Per la perfetta riuscita delle madeleine, utilizzate sempre uova a temperatura ambiente. Una volta incorporato lo zucchero, mescolate bene fino a scioglierlo del tutto, per far sì che l'aria venga incorporata il più possibile: questo passaggio è importante per una buona lievitazione. A seguire, unite gli ingredienti liquidi a filo, per evitare che il composto si smonti.

Ricordate di imburrare e infarinare leggermente lo stampo per le Madeleine per evitare che si attacchino in cottura. Per versare l'impasto nella forma, potete aiutarvi con una sac à poche.

Non lasciatevi tentare e aspettate la fine della cottura prima di aprire il forno: anche con lo sportello socchiuso il calore uscirebbe e lo shock termico non avrebbe lo stesso effetto. Il rischio è di sfornare Madeleine sgonfie e senza gobbetta.

Per una variante al cioccolato il procedimento è lo stesso. Basta aggiungere, oltre alle farine, due cucchiai di cacao amaro in polvere.

Conservazione

Potete conservare le Madeleine per circa 2 giorni, chiuse in un sacchetto o in un contenitore ermetico e possibilmente in un luogo fresco e asciutto.