ricetta

Macedonia di frutta: la ricetta per preparare e condire il dessert fresco e colorato

Preparazione: 10 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Stefania Zecca
61
Immagine
ingredienti
Fragole
150 gr
Uva
150 gr
Melone
100 gr
Zucchero semolato
50 gr
Kiwi
1
Pesca
1
Succo di limone (o di lime)
1/2
Menta fresca
q.b.

La macedonia di frutta è un dessert fresco e colorato. Ideale da proporre come fine pasto, o come merenda estiva deliziosa e rigenerante, si prepara con la frutta fresca preferita secondo la stagionalità. Qui l’abbiamo realizzata con kiwi, uva, fragole e melone: tutti mondati e tagliati a pezzetti regolari, e conditi con lo zucchero e il succo di limone, ma a piacere puoi modificare gli ingredienti secondo il gusto personale.

Una volta pronta, puoi servire la macedonia in coppe individuali e aromatizzarla con una fogliolina di menta, come nella nostra versione, oppure, per una resa ancor più scenografica e d’effetto, puoi proporla all’interno di mezzo melone o cocomero svuotato. A piacere puoi spolverizzarla con un po’ di zucchero a velo o granella di pistacchi, oppure puoi guarnirla con un ciuffo di panna montata o una pallina di gelato alla crema.

Dalle origini incerte, sembra che la macedonia prenda il nome dalla penisola balcanica, vero e proprio crogiolo di usi, costumi e culture diverse. Secondo altri questa golosa preparazione deve invece i suoi natali alla cucina francese dove la macédoine si fa da sempre con un miscuglio di frutta a pezzettini, succo di limone, zucchero e, a discrezione dello chef, un goccino di liquore. Piccola curiosità: in Italia il primo riferimento alla macedonia risale al 1891 e si trova all’interno de La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi.

Scopri come preparare la macedonia di frutta seguendo passo passo procedimento e consigli.

Come preparare la macedonia di frutta

Sbuccia il kiwi e taglialo a spicchietti triangolari 1.

Lava la pesca, asciugala e poi tagliala a cubetti 2.

Sciacqua le fragole, tamponale con carta assorbente da cucina, elimina il picciolo e tagliale e metà 3.

Taglia a fette il melone, elimina la buccia, privalo dei semi e riducilo a cubetti 4.

Lava l'uva, stacca gli acini e tagliali a metà; quindi elimina delicatamente i semi con la punta di un coltello 5.

Raccogli la frutta in una ciotola 6.

Aggiungi lo zucchero 7.

Bagna con il succo del limone 8.

Mescola delicatamente la frutta con un cucchiaio 9.

Distribuisci la macedonia nelle coppe individuali, guarnisci con qualche fogliolina di menta 10, porta in tavola e servi.

Consigli

Per questa ricetta puoi utilizzare qualsiasi frutto di tuo gradimento, compresi i frutti esotici come ananas, mango, ribes, cocco e papaya, facilmente reperibili tutto l’anno.

Se opti per le fragole puoi condire la macedonia con una spruzzata di aceto balsamico: per un’accoppiata squisita e sempre vincente. Al posto del limone puoi utilizzare il succo dell’arancia o quello di lime oppure, per una sferzata di sapore, puoi bagnare il tutto con un goccio di maraschino, di limoncello, o altro alcolico a piacere.

Se desideri puoi cospargere la frutta con mandorle a lamelle, nocciole tostate, gherigli di noce o anacardi sbriciolati, oppure puoi mangiarla a colazione insieme a una tazza di yogurt greco.

I segreti per non farla annerire

Per una macedonia ancor più buona e saporita ti suggeriamo di condire la frutta con un qualche ora di anticipo e di lasciarla insaporire in frigo. In questo caso, per evitare che si ossidi e annerisca, basterà mettere in atto piccoli accorgimenti.

Condisci la frutta con il succo di limone, come nella nostra ricetta, o con quello di 1 arancia: grazie all’acido citrico contenuto negli agrumi la macedonia si conserverà al meglio senza deteriorarsi, e rimarrà di un colore vivo e brillante anche a distanza di ore.

Unisci il succo dell’ananas: oltre ad avere proprietà antiossidanti conferirà un gusto tropicale alla preparazione. Per ottenerlo puoi estrarlo con l’apposito strumento oppure frullare l’ananas con un mixer e filtrare tutto con un colino a maglie strette.

Se invece non vuoi aggiungere liquidi e desideri servire la macedonia subito, in attesa di portarla in tavola puoi conservarla in frigo con pellicola trasparente a contatto per evitare il passaggio dell’aria: ma si tratta della soluzione meno efficace e duratura.

Quale frutta scegliere per la macedonia estiva e invernale?

La frutta da prediligere è sempre quella di stagione, possibilmente biologica, non trattata chimicamente e con buccia edibile. In estate largo spazio a pesche e albicocche, morbide e zuccherine, ma anche a melone, cocomero, ciliegie, prugne, frutti di bosco e fichi. In inverno unisci dadini di mela, pera, banana, mandarini, arance, melagrani o dadini di ananas e altra frutta esotica.

Conservazione

La macedonia si conserva in frigo, in un contenitore a chiusura ermetica, per 1 giorno massimo.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
61