Prima di snack confezionati e merendine industriali, il nostro passato era ricco di merende genuine e nutrienti, foriere di gioie improvvise e delle prime condivisioni con gli amichetti: chi non ricorda com amore e un pizzico di nostalgia le merende dell'infanzia? Un tempo in cui bastava poco a renderci felici e che, in parte, è tornato vivo negli ultimi anni: sono tanti, infatti i genitori che scelgono di non comprare cibi confezionati ai propri bambini e di fargli assaggiare quelle che un tempo erano considerati gli spuntini più salutari, ma anche i più golosi. Perché si sa, invogliare i bambini a mangiare non è facile: bisogna avere fantasia e soprattutto abituarli all'idea di un pasto semplice. Ecco allora una lista delle merende dell'infanzia, ancora tutta da completare: suggeriteci le vostre, quelle che avete amato di più e che a volte, magari, usate ancora con i vostri bambini.

1. Pane, olio e sale

Una merenda che, dal lago d'Iseo, ultimo avamposto della produzione di olio extravergine del nostro Paese, fino al Lampedusa, il pane con olio e sale è stato un must della nostra infanzia. Uno spuntino semplicissimo che conta sull'alta qualità e sul sapore dei tre ingredienti protagonisti: oltre all'olio extravergine, ad esempio, anche la bontà del pane è fondamentale per questa merenda. Che, naturalmente, annovera tantissime varianti: si può strofinare del pomodoro sulla fetta di pane prima di condirla, si possono aggiungere erbe aromatiche come l'origano o il basilico e, per i più temerari (ed esclusivamente adulti), una strofinata di aglio fresco, per dare un tocco di sapore in più.

2. Pane e pomodoro

Un "dovere" del periodo in cui si fa la passata di pomodoro in casa è quello di fare non solo la merenda, ma anche il pranzo o la cena, a base di pane e pomodori. Che si tratti di San Marzano, di pomodori tondi o dei piccoli e saporitissimi ciliegini, il pane e pomodoro è una merenda nutriente e ricca di benefici, che si prepara in pochissimi minuti, naturalmente completata da origano e da un filo d'olio extravergine. Due le scuole di pensiero in questo caso: quella che vede i pomodori messi direttamente sul pane e quella che vede un pomodoro grande strofinato sulla fetta.

3. Pane e burro (e marmellata)

La versione nordica di pane e olio è quella che prevede il burro al posto del nettare giallo – oro. Il burro, infatti, è il principale grasso usato nelle regioni del Nord Italia, che custodiscono produzioni di altissima qualità, in particolare se si tratta di burro di malga. Un prodotto importante, insomma, che i bambini amano spalmare sulle fette di pane, non solo bianco, ma anche ad esempio integrale o di segale. Come condire pane e burro? La risposta è dipende: si può aggiungere una spolverizzata di zucchero per ottenere una merenda dolce, un velo di marmellata oppure, al contrario, si può optare per un pizzico di sale, se si preferisce una versione salata; per gli adulti golosi noi consigliamo dei filetti di alici di qualità: un grande classico intramontabile, a cui è difficile dire di no.

4. Zabaione o uova sbattute

servire lo zabaione freddo

Di uova sbattute con lo zucchero, rigorosamente senza alcol, ne abbiamo già parlato, illustrandone i benefici. Per gli adulti c'è invece lo zabaione, una crema dolce e spumosa a base di tuorlo d'uovo, a cui vengono aggiunti zucchero e vino, oppure vino liquoroso. In ogni caso si tratta di una merenda dolce e avvolgente, dalla consistenza cremosa, che mette al centro tutte le proprietà e i nutrimenti delle uova, alimento essenziale soprattutto per i bambini.

5. Zuppa di latte con pane raffermo

Il capitolo colazioni dell'infanzia è ampio: qui si potrebbero annoverare i tanti biscotti locali usati dalle nonne per far mangiare ai bambini il primo pasto della giornata. Ma noi vogliamo parlarvi della mitica zuppetta di latte e pane duro, proposta a colazione ma anche dopo cena ai più piccoli: una merenda molto in voga fra gli anni Cinquanta e Settanta, poi entrata in declino a causa della moderna produzione di snack da colazione. Prepararla è davvero semplicissimo: per una tazza basteranno 250-300 grammi di pane, 500 ml di latte, 60 grammi di zucchero (ma potete anche non inserirlo) e del caffè se si tratta di adulti, o dell'orzo si parliamo di una merenda per bambini.

6. Pane o pizzetta fritta con lo zucchero

Prelevare un po' d'impasto del pane e lavorarlo, formando una pizzetta; poi friggerlo e cospargerlo di zucchero: chi non ha mai provato questo spuntino tanto sfizioso da bambino? Coloro che hanno avuto nonne e mamme che erano solite fare il pane in casa, sicuramente la conoscono: la pizzetta fritta con lo zucchero è davvero una delizia; naturalmente, alcuni bambini preferivano la versione salata. In alternativa, alcune mamme preferivano servire a merenda del pane fresco appena cosparso di zucchero: un modo per avere una merenda pronta in pochissimi secondi e soprattutto genuina.

7. Pane e cioccolato

Un grande classico dell'infanzia: il pane con il cioccolato. O, meglio, per alcuni, era più il cioccolato con il pane: bambini furbi che riuscivano a ingurgitare quantità maggior di cioccolato rispetto al pane; in ogni caso era una merenda buonissima: chi con le barrette, chi con il cioccolato avanzato dell'uovo di Pasqua, chi oggi con le moderne creme spalmabili, tutti abbiamo amato pane e cioccolato.

8. Pane e salame

La versione alternativa di pane e cioccolato per quei bambini che preferivano il salato: pane e salame. Si trattava (e si tratta) quasi sempre di salumi poco speziati, ma locali, oppure del classico "cacciatorino": salami saporiti ma che non diano fastidio al palato dei bambini. A piacere il salame poteva essere sostituito con della mortadella o del prosciutto cotto.