ricetta

Insalata russa: la ricetta del più classico degli antipasti

Preparazione: 20 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Genny Gallo
156
Immagine
ingredienti
Per l'insalata
Patate
300 gr
Piselli
200 gr
Carote
100 gr
Uova
2
Aceto
1 cucchiaio
Sale
q.b.
pepe
q.b.
Per la maionese
Tuorli
2
Succo di limone
25 gr
Olio di semi
200 ml
Sale
q.b.
pepe
q.b.

L'insalata russa è uno dei piatti più celebri della tradizione natalizia, il grande classico che non può proprio mancare sulla tavola delle feste, come antipasto o come contorno. Nonostante non esista una ricetta classica – ciascuna famiglia, infatti, ha la sua ricetta personale e i suoi segreti infallibili –, viene solitamente preparata con patate, carote, piselli, cetriolini e uova sode, quindi condita con una morbida maionese fatta in casa (come altre famose insalate che a questa si ispirano).

Secondo diverse fonti, sembrerebbe che l'insalata russa sia stata inventata da Lucien Olivier, un cuoco di origine belga, intorno alla seconda metà dell'Ottocento, nelle cucine del prestigioso ristorante Hermitage, a Mosca; anche conosciuta in Russia come Olivier salad, era il piatto simbolo del locale, preparata con ingredienti molto diversi da quelli impiegati oggi, di alta qualità e dal costo eccezionale (come astice, aragoste, tartufo, caviale). L'appellativo "russa" è probabilmente dovuto al fatto che  tale pietanza, dedicata agli aristocratici russi festaioli, ricchissimi e un po' spendaccioni. Ma non tutti sono convinti di questa tesi: nel nord Europa, l'insalata russa viene definita addirittura insalata italiana, attribuendo la sua nascita alla corte di Caterina De' Medici.

Oltre agli ingredienti base c'è chi aggiunge cimette di cavolfiore, rape rosse e fagiolini; qualcuno condisce le verdure con aceto di vino, prima di aggiungere la maionese, altri mescolano quest'ultima insieme alla senape. Alcuni amano la versione rinforzata con tonno e capperi. L'Artusi prevede invece che vengano aggiunte anche acciughe e uova sode. Nonostante le origini controverse e le innumerevoli versioni, l'insalata russa resta comunque una certezza del pranzo di Natale, da servire su un vassoio unico o in piccole monoporzioni, come abbiamo fatto noi utilizzando un coppapasta di 10 cm di diametro. Come che la serviate, sarà un successo.

La ricetta è facile e veloce, ma serve avere qualche attenzione. Per un risultato finale impeccabile, è importante che le verdure (in questo caso patate e carote) abbiano tutte la stessa dimensione e vengano lessate, separatamente e al dente, in acqua bollente e leggermente salata (devono rimanere un po' croccanti). Una volta scolate, trasferitele in una ciotola con acqua e ghiaccio e fatele raffreddare: questo trucchetto servirà a mantenerle più sode e di un colore brillante.

Come preparare l'insalata russa

Tagliate le patate a dadini 1.

Tagliate le carote a dadini della stessa dimensione delle patate 2.

Lessate le patate in acqua bollente e leggermente salata per una decina di minuti 3, quindi scolatele e tenetele da parte.

Lessate le carote in acqua bollente e leggermente salata per una decina di minuti 4, quindi scolatele e tenetele da parte. Lessate anche i piselli.

Mettete le uova in un pentolino con acqua fredda 5 e fatele rassodare per circa 8 minuti a partire dal bollore; una volta sode, scolatele, passatele sotto un getto di acqua fredda e fatele raffreddare.

Una volta ben fredde, sgusciatele e tagliatele a cubetti 6. Tenete da parte qualche spicchio di uova sode per la decorazione finale. Raccogliete tutte le verdure in una ciotola, trasferitele in frigorifero e lasciatele raffreddare.

Raccogliete in una ciotola i tuorli e il succo di limone e iniziate a montare; versate a filo l'olio 7 e proseguite a lavorare fino a ottenere una maionese ben soda. Aggiustate di sale e profumate con una macinata di pepe. Se la maionese dovesse impazzire, frullate un tuorlo d'uovo con un cucchiaio di acqua calda; quando il composto sarà ben montato, incorporatelo alla maionese impazzita e proseguite a lavorare il tutto.

Aggiungete la maionese alle verdure ben fredde 8, spruzzate con l'aceto e mescolate delicatamente.

Aiutandovi con un coppapasta tondo, distribuite l'insalata nei piatti da portata 9.

Decorate con un rametto di timo e uno spicchio di uovo sodo tenuto da parte e servite ben fredda 10.

Conservazione

L'insalata russa si conserva in frigorifero per uno, massimo due giorni, chiusa in un apposito contenitore ermetico oppure ben avvolta in un foglio di pellicola trasparente.

156
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
156