2 Agosto 2022 15:00

Idratazione e salute: quanta acqua bisogna bere al giorno?

Due litri o più? Quanta acqua dovremmo consumare al giorno per restare sempre idratati e sentirci al meglio? Ecco tutte le risposte.

A cura di Rossella Croce
282
Immagine

Fin da quando siamo molto piccoli ci viene ripetuto che per idratare sufficientemente il nostro corpo e stare bene dovremmo bere almeno due litri di acqua al giorno: naturale o frizzante, calda o fredda, poco importa, l'importante è berne tanta. L'acqua è infatti una componente essenziale per il nostro organismo: possiamo sopravvivere per lungo tempo senza cibo ma solo pochi giorni senza acqua e questo la dice davvero lunga sulla sua importanza. Due litri o più? Qual è il vero fabbisogno di acqua del nostro corpo? Da cosa dipende e in quali casi può significativamente variare? Cosa succede se beviamo "troppa" acqua? Ecco una piccola guida per sciogliere dubbi e domande sull'acqua.

Quanta acqua bere al giorno?

Bere tanta acqua ogni giorno per rimanere in forma e idratare sufficientemente il proprio corpo è un'abitudine importante e salutare che tutti dovremmo fare nostra. Tanta acqua sì, ma quanta acqua? Da quali fattori dipende il fabbisogno giornaliero di acqua? Un bambino, per esempio, necessita di meno acqua rispetto a un adulto, una donna non sempre ha bisogno delle stesse quantità di acqua di un uomo e una persona anziana non berrà come un adolescente o uno sportivo.

La quantità di acqua che dovremmo bere ogni giorno oscilla tra i due e i due litri e mezzo ma questa stima è indicativa e la quantità minima dipende e può variare in base a età, sesso, temperatura esterna, peso, altezza e attività sportiva. Secondo l'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) il fabbisogno quotidiano di acqua varia dai 1200 ml di acqua (circa sei bicchieri) ai due litri e mezzo (12 bicchieri) per un uomo adulto; va da se che il consumo e il fabbisogno di acqua cambiano nel caso in cui svolgiamo attività fisica, quando le temperature sono molto alte e la sudorazione è maggiore, ma anche in caso di stati febbrili, durante i quali il corpo rilascia molti liquidi. La regola da non dimenticare mai è "ascolta il tuo corpo": se il tuo corpo sta andando in disidratazione, sentirai inevitabilmente sete e in quel caso non esitare a bere.

Immagine

Come assumere la giusta quantità di liquidi? Acqua, ma non solo: si stima che il 70% di liquidi provenga dall'acqua e il restante 30 dal cibo, per questo è importante infatti seguire una dieta quanto più bilanciata possibile che contenga tanta frutta e verdura.

E se esageriamo? Bere tanta acqua è importante ma berne troppa potrebbe non essere una buona idea: superare i quattro litri di acqua al giorno, in assenza di attività fisica o particolari indicazioni, può rallentare la digestione, causare un'intossicazione o provocare iponatremia, un disturbo dovuto a un'eccessiva idratazione e un conseguente abbassamento dei livelli di sale nel sangue.

Perché l'acqua è importante per la nostra salute

L'acqua è un elemento essenziale per il nostro corpo tanto che un essere umano adulto ne è composto per quasi il 60%, divisa tra sangue, tessuti e cellule. Perché l'acqua è importante e cosa accade se non la assumiamo nelle giuste quantità? L'acqua favorisce l'eliminazione delle scorie e dei liquidi in eccesso, stimolando l'escrezione di urina e sudore; conferisce forma ed elasticità ai nostri tessuti e aiuta lo sviluppo dei nostri muscoli garantendo inoltre la giusta lubrificazione delle articolazioni; regola la nostra temperatura corporea e l'attività ormonale, ha un'azione protettiva delle mucose ed è essenziale per la regolarità intestinale.

Immagine

Ogni singolo movimento, anche il semplice respiro, comporta un dispendio di energie e di conseguenza una perdita di liquidi: è proprio per questo motivo che dobbiamo idratarci e bere acqua durante tutta la giornata, così da evitare d'incappare in un processo di disidratazione. Perché?

Quando il corpo entra in disidratazione, molte delle sue funzioni possono essere compromesse: i primi segnali arrivano dalla bocca che risulta secca e impastata, a questo si possono aggiungere crampi, mal di testa, un senso di spossatezza e una perdita di equilibrio e concentrazione.

282
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
282