24 Settembre 2022 15:00

I trabocchi Patrimonio culturale Unesco: parte l’iter per il riconoscimento

È partito l'iter per il riconoscimento dei trabocchi come Patrimonio culturale dell'Unesco. Ma cosa sono i trabocchi e a cosa servivano? L'Abruzzo ha un tratto di costa che porta il loro nome.

A cura di Alessandro Creta
61
Immagine

Ne avevamo parlato qualche mese fa, dei trabocchi, e ora queste antiche macchine di pesca costruite chissà da chi potrebbero entrare a far parte del Patrimonio culturale della pesca dell'Unesco. È infatti iniziato l'iter per la candidatura di queste strutture in legno presenti sulle coste abruzzesi, in corsa per poter ottenere il riconoscimento dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura.

Cosa sono e a cosa servivano i trabocchi

La loro origine è avvolta dalle nubi: la storia dei trabocchi si mescola tra realtà e leggenda, e non è dato sapere con certezza quando queste strutture siano effettivamente nate, tantomeno per opera di chi. Grazie a una testimonianza di un frate, però, sappiamo come alcune di queste costruzioni fossero presenti nell'attuale Abruzzo già nel 1200.

Immagine

Fatto sta, queste macchine di legno, nodi e reti sono state da sempre utilizzate per la pesca a ridosso della costa, laddove perlomeno i pescatori fossero impossibilitati a inoltrarsi in alto mare. Oggi sono parte integrante di un tratto di litorale abruzzese, chiamato per l'appunto costa dei trabocchi, e nonostante ormai ne siano rimasti in piedi veramente pochi la loro presenza è diventata iconica. Alcune di queste strutture, oggi, sono state convertite in ristoranti, altre invece conservano ancora la loro funzione originaria e, per certi versi, poetica quanto epica.

Come detto i trabocchi sono stati inseriti nella lista del Patrimonio culturale della pesca dell'Unesco. Questo non significa, ovviamente, come queste strutture siano già state riconosciute dall'Organizzazione delle Nazioni Unite, ma vuol dire come il percorso per il loro inserimento tra i Patrimoni dell'Unesco sia stato avviato. Non è detto, in tutto ciò, che la candidatura vada a buon fine, e non sono nemmeno note le tempistiche precise per avere una risposta definitiva da parte dell'Unesco.

L'iter per il riconoscimento dei trabocchi però è partito e sicuramente seguiremo questo percorso sperando che la candidatura possa andare in porto.

61
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
61