tappeti da cucina migliori

Il tappeto per la cucina è un'ottima soluzione per tenere l'ambiente pulito e proteggere il pavimento da macchie di cibo e schizzi d'acqua. I migliori tappeti per la cucina conciliano funzionalità e sicurezza, dando anche un tocco di stile all'arredamento. La miglior scelta è quella di optare per un modello antiscivolo che assorba bene l'acqua: in questo modo non correrete il rischio di scivolare o inciampare in cucina.

Oltre a valutare forma e dimensioni bisogna stare attenti al materiale, prediligendo un tessuto antimacchia, impermeabile e facile da lavare con straccio, mocio o in lavatrice.

Perciò che tappeto mettere in cucina e dove? I modelli più acquistati sono i tappeti passatoia o guide, moderni e dalla forma rettangolare. Posti perpendicolarmente ai mobili riescono a coprire in modo efficace tutta la lunghezza della cucina, dal lavabo al fornello, proteggendo così le zone che tendono a sporcarsi più facilmente.

L'elemento principale da osservare è il materiale: meglio scegliere tessuti assorbenti, o comunque resistenti all'acqua, che possano essere lavati in lavatrice o smacchiati rapidamente con un panno umido. Quelli di uso più comune sono bambù, fibre sintetiche (come pvc, nylon e poliestere), cotone e vinile. 

Ecco la lista dei migliori tappeti da acquistare per la cucina scelti in base a materiale, facilità di pulizia, tipo d'uso e design moderno.

I 5 migliori tappeti per la cucina

Praticità e funzionalità sono essenziali e i tappeti passatoia per la cucina rispondono perfettamente ad entrambe le esigenze. Disponibili in diversi materiali e dimensioni si adagiano perpendicolarmente ai mobili, proteggendo così dallo sporco il pavimento in prossimità di lavello, fornelli e frigorifero.

Vediamo i 5 modelli migliori che combinano funzionalità, pulizia e sicurezza.

1. Passatoia moderna ABC, I-Te x in Nylon

tappeto per la cucina ABC I-Te x

Resistente e di facile manutenzione la Passatoia ABC, I-TE X è ideale per coprire la lunghezza dei mobili dal lavello ai fornelli e aderisce in modo perpendicolare ai mobili assicurando la massima pulizia. Questo modello moderno è monocromatico ed ha dimensioni 60 x 200 cm. Presenta un morbido tessuto in nylon intrecciato per la parte superiore e un ottimo materiale antiscivolo per il rivestimento inferiore. Aderisce bene a terra in modo da non essere di intralcio al passaggio e da rendere più sicuro il calpestio senza il rischio di scivolare.

Il prodotto è ben rifinito, impermeabile, gradevole da calpestare, antimacchia e soprattutto facilissimo da pulire: scopa o aspirapolvere per rimuovere i residui di briciole e mocio o straccio per un semplice lavaggio.

2. iDesign tappeto per la cucina in Bambù

iDesign tappeto in bambù per cucine

L'iDesign è un tappeto antimacchia e antiscivolo in legno di bambù, pensato per proteggere i pavimenti dallo sporco e garantire una maggiore sicurezza in cucina. Infatti grazie alla gomma della parte inferiore riesce ad aderire molto bene al pavimento, diminuendo sia l'ingombro sia il rischio di inciampare o scivolare mentre si è di fretta.

Un accessorio funzionale ma anche di design caratterizzato da bacchette di bambù che lo rendono impermeabile e facile da smacchiare o lavare con il mocio o con un panno bagnato. Facilita molto la pulizia della cucina visto che lo si può comodamente piegare e arrotolare su se stesso e riporre in un angolo mentre si lava a terra.

3. Lucy Tappeto passatoia moderno in Vinile

Lucy tappeto per la cucina

Il modello antimacchia Lucy è in filato vinilico termosaldato, un materiale sintetico rinomato per la semplicità della pulizia. In effetti assicura una manutenzione molto semplice proprio perché si può lavare direttamente con lo straccio per lavare a terra – non in lavatrice. La maggior parte dei tappeti passatoie moderni sono realizzati in fibre sintetiche proprio perché sono di facile pulizia e richiedono pochissima manutenzione.

Oltre ad essere di facile pulizia questo tappeto passatoia per cucine è caratterizzato da una base antiscivolo e anti-inciampo che consente di muoversi liberamente in cucina riducendo le probabilità di scivolare. In più il vinile è un materiale molto resistente che non si sfilaccia facilmente e proprio per questo è indicato anche a chi ha animali domestici in casa.

4. Vilber, Gran Chef Kollar in PVC, design moderno

passatoia per cucina in Pvc

Ottima passatoia dallo stile moderno in PVC con stampe digitali maioliche che combina molto bene design e funzionalità. Infatti il tappeto da cucina Vilber Gran Chef Kollar è antimacchia e semplice da lavare con acqua tiepida, sapone neutro e panno per lavare a terra. Indicato anche per chi ha animali domestici e teme che i peli possano restare incastrati nel tessuto: andranno via in un batter d'occhio con aspirapolvere, scopa o panno umido. In più è composto da un materiale antiscivolo ed ignifugo e garantisce perciò una maggiore sicurezza.

Questo accessorio è molto sottile e non crea intralcio nei movimenti.

5. Carvapet Angolare 2 Pezzi

tappeto per la cucina Carvapet 2 pezzi

Gomma antiscivolo sotto e morbido tessuto sulla parte superiore che permette di assorbire l'acqua. Il Set 2 tappeti Carvapet è composto da due passatoie rettangolari: la più grande misura 40×120 cm e quella più piccola 40×60 cm. La gomma antiscivolo utilizzata per la parte inferiore lo rende molto stabile e lo fa aderire perfettamente al pavimento evitando il rischio di scivolare per macchie d'acqua sul pavimento. Ottimo lo spessore che lo rende adatto a chi passa molto tempo in piedi tra ricette e faccende.

Questo modello a 2 passatoie è perfetto per proteggere il pavimento di cucine ad angolo perché riduce il rischio di macchiare o bagnare il pavimento. La manutenzione è molto semplice dato che è lavabile in lavatrice a non più di 30 gradi e con una centrifuga bassa. Una temperatura del lavaggio in lavatrice troppo alta causerebbe danni alla gomma: perciò è consigliabile non superare i 30°.

Come scegliere il tappeto per la cucina

quale tappeto scegliere per la cucina

I tappeti passatoia sono accessori funzionali ma anche d'arredo capaci di definire lo stile della propria abitazione. Dei veri e propri complementi di design che abbelliscono l'ambiente dandogli un tocco particolare.

Per scegliere il modello più giusto però  bisogna considerare fattori ben più importanti di quello estetico come: materiale, stile, modalità di pulizia, forma e dimensioni.

Materiale

L'elemento principale da valutare per una scelta d'acquisto funzionale che rispetti le proprie esigenze. Un tappeto per la cucina per essere più valido di altri deve essere sicuro e perciò è bene che sia impermeabile e realizzato con materiali ignifughi e antiscivolo.

Queste tre caratteristiche sono fondamentali per garantire la sicurezza in cucina, dove fornelli, macchie d'acqua, fretta e distrazioni possono essere un rischio.

  • Cotone: un tessuto naturale perfetto per chi preferisce un tappeto leggero e poco ingombrante, facilmente lavabile in lavatrice o a mano. Essendo più delicato di altri tessuti è consigliabile optare per un programma di lavaggio a mano o comunque delicato a 30° gradi con una centrifuga non molto alta.
  • Fibre sintetiche: nylon, textilene, poliestere e polipropilene sono quelle più diffuse in commercio. Apprezzate per la loro resistenza e longevità, le fibre sintetiche non si usurano velocemente e assicurano una lunga tenuta dell'accessorio nel tempo anche dopo un uso molto frequente.
  • Vinile: un polimero plastico noto per un'ottima resistenza. Questo materiale si presta molto bene anche per il bagno essendo antiscivolo, facile da lavare, antimacchia, impermeabile e antigraffio.
  • PVC: i tappeti in questo materiale sono gommati, molto semplici da pulire e rinomati per la morbidezza al calpestio. Il PVC è infatti gradevole sotto ai piedi ed è perciò un sollievo per le gambe, se si lavora sul piano da lavoro per diverso tempo.
  • Bambù: uno dei materiali più scelti per i tappeti che vanno in prossimità del lavello, antiscivolo che assicura stabilità e rende sicuro il passaggio. Questa tipologia si arrotola in poche mosse facilitando anche la pulizia della cucina.

Antiscivolo

Un fattore fondamentale che conferisce stabilità e rende più sicuri in cucina. Proprio per questo non deve mai mancare. L'antiscivolo in effetti impedisce al tappeto di spostarsi lungo il pavimento della cucina evitando inciampi, piedi in fallo o capitomboli spesso dovuti alla fretta o alla distrazione. I migliori materiali utilizzati nella realizzazione di tappeti passatoie per la cucina sono sicuramente la gomma e il silicone.

Mentre si cucina si è sempre in continuo movimento, spesso si passa dai fornelli al frigo e dal frigo al lavabo in pochissimi secondi. In più macchie d'acqua o d'olio a terra possono far scivolare scarpe e ciabatte sul pavimento, causando piccoli capitomboli. Protegge voi e la vostra cucina ed è quindi l'alleato giusto da avere sempre sotto ai piedi.

Antimacchia

Spesso mentre si cucina può capitare di far cadere gocce di succhi, schizzi di sughi, cibi o semplicemente dell'acqua. Il tappeto passatoia in questo caso vi viene in soccorso aiutandovi a proteggere il pavimento dallo sporco. Proprio per questo è meglio optare per i tessuti antimacchia, molto comodi perchè facili da smacchiare con un semplice panno umido.

I migliori tappeti per la cucina antimacchia sono spesso idrorepellenti e realizzati prevalentemente in fibre sintetiche, che impediscono al tappeto di assorbire le macchie.

Pulizia

Una volta acquistata, la passatoia diventerà un vero e proprio elemento fisso: aderirà così bene al pavimento che non la noterete nemmeno. Un buon tappeto sicuramente aiuta a tenere pulita la cucina ma deve anche richiedere una manutenzione abbastanza semplice che non comporti inutili sprechi di tempo. Anche la facilità di pulizia dipende dal materiale del tappeto cucina acquistato: preferite perciò modelli lavabili con il mocio, come quelli in fibra sintetica, o in lavatrice, in caso di tessuti naturali come il cotone.

Forma, dimensioni e lunghezza

Due fattori che dipendono principalmente dal posto in cui intendete adagiare l'accessorio.

Rettangolare

La sua naturale postazione è lungo i mobili della cucina. Questo modello è perfetto da disporre a filo con i mobili per proteggere il pavimento in prossimità di forno, fornelli e lavello: le zone più soggette alla caduta di cibi, acqua o succhi. La forma più adeguata in questo caso sarà proprio quella rettangolare visto che assicura una perfetta aderenza del tessuto ai mobili, senza far cadere residui di cibo o gocce d'acqua.

La lunghezza del tappeto guida dipenderà invece dai cm dell'area da coprire (solitamente la distanza tra fornello e lavello). In media la misura standard è paria  150 cm ma qualora fosse inferiore o maggiore potrete optare per un tappeto per la cucina a metro e scegliere liberamente la lunghezza più adatta alle vostre esigenze.

Una valutazione leggermente diversa va fatta nel caso delle cucine angolari in cui è meglio propendere per un tappeto rettangolare a 2 pezzi. In commercio esistono diversi set ad angolo molto validi, in caso contrario potrete orientarvi soluzioni a metraggio stando attendi a prendere bene le misure in modo che il taglio dei due pezzi combaci perfettamente.

Se però intendete utilizzare il tappeto come zona che delimita l'ingresso all'area fornelli e lavabo sarà meglio la soluzione passatoia, una tipologia sempre rettangolare che funge da divisorio tra un ambiente e l'altro. Quello che cambia in questi casi è solo la lunghezza che dovrà essere valutata in base all'ampiezza e all'estensione dell'area da coprire. Questo modello è molto indicato per cucine ampie o ambienti open space.

Tonda

Il modello rotondo è perfetto da sistemare sotto al tavolo da pranzo per evitare che briciole e residui di cibo finiscano sul pavimento e lo sporchino. Il diametro perciò varierà in base alla grandezza del tavolo e qualora quest'ultimo dovesse essere rettangolare o quadrato potrete sempre optare per forme simili che seguano perciò le linee del mobile. In questi casi è la forma è anche una questione di gusti.