ingredienti
  • Mele 3 • 50 kcal
  • Limone 1 • 50 kcal
  • Olio di semi di arachide q.b. • 0 kcal
  • Per la pastella
  • Farina 00 150 gr • 750 kcal
  • Latte 200 ml • 63 kcal
  • Uova 2 • 0 kcal
  • Lievito in polvere per dolci 8 gr • 600 kcal
  • Sale 1 pizzico • 0 kcal
  • Per spolverizzare
  • Zucchero di canna q.b. • 380 kcal
  • Cannella in polvere q.b.
  • Vanillina q.b. • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le frittelle di mele sono dei dolcetti golosi e fragranti, tipici della Trentino-Alto Adige. Dolci e succose, le mele vengono tagliate a rondelle, passate in una pastella cremosa e poi fritte in olio bollente. Il risultato sarà irresistibile: fragranti frittelle dal cuore morbido, passate in una miscela di zucchero e cannella, per renderle ancora più profumate. Scoprite come realizzarle seguendo passo passo la nostra ricetta e gustatele a merenda o a fine pasto, in occasione di un bel pranzo di famiglia, accompagnandole a una crema pasticciera o a un ciuffo di panna montata.

Come preparare le frittelle di mele

Preparate la pastella: versate il latte in una ciotola, unite i tuorli (1) e mescolate con una frusta.

Aggiungete la farina, il lievito e un pizzico di sale, passandoli attraverso un setaccio (2), e amalgamate fino a ottenere una pastella densa.

Montate a neve gli albumi e incorporateli delicatamente alla pastella (3); mettete in frigorifero e lasciate riposare per qualche ora.

Sbucciate le mele, tagliatele a rondelle spesse e, aiutandovi con uno spelucchino, eliminate il torsolo (4). Trasferite le fettine in una ciotola con acqua fredda, acidulata con succo di limone.

Scaldate l'olio e portatelo alla temperatura di 170 °C. Passate le fette di mela nella pastella e poi immergetele nell’olio bollente (5); quando saranno ben dorate, giratele e proseguite la cottura anche dall'altro lato.

Scolate le mele e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina. Passate le frittelle ancora calde in una miscela di zucchero, cannella e vanillina (6).

Trasferite le frittelle in un piatto da portata e servitele ben calde (7).

Consigli

Per questa ricetta abbiamo scelto delle mele della varietà Red Delicious: dalla polpa succosa e dal sapore dolce, fragrante e per nulla aspro, si presta perfettamente per questo genere di preparazioni. In alternativa, potete optare per la varietà renetta, altrettanto zuccherina ma dalla consistenza più farinosa; se amate i sapori più contrastanti, invece, scegliete la Granny Smith, dalla polpa croccante e acidula. Nel caso in cui le mele siano biologiche, potete anche lasciare la buccia.

Per evitare che le mele anneriscano, raccoglietele man mano in una ciotola con acqua fredda acidulata con succo di limone.

Per ottenere delle frittelle di mele particolarmente soffici e gonfie, il consiglio è di preparare la pastella e lasciarla riposare in frigorifero, coperta con un panno da cucina pulito, per almeno un'oretta; incorporate gli albumi montati a neve ben ferma, mescolando delicatamente, con movimenti dal basso verso l'alto, per evitare che il composto si smonti.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche le frittelle di mele e noci, un dolce tipico della tradizione italiana, e quelle con uvetta; soffici e profumate, si preparano velocemente e piacciono davvero a tutti.

Conservazione

Per gustarne appieno fragranza e croccantezza, il consiglio è di consumare le frittelle di mele calde e appena fatte: raffreddandosi, perderebbero la caratteristica consistenza. Nel caso in cui vi fossero avanzate, conservatele in frigorifero per massimo 1 giorno e, prima di gustarle, passatele per qualche minuto sotto il grill del forno.