ingredienti
  • Fiori d'acacia freschi 15 grappoli
  • Farina 00 50 gr • 36 kcal
  • Farina di riso 50 gr • 360 kcal
  • Acqua gassata fredda 100 gr
  • uovo 1 • 750 kcal
  • Sale qb • 0 kcal
  • olio di semi per friggere qb
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le frittelle con i fiori di acacia, o fiori di acacia fritti, sono una ricetta dolce deliziosa e profumata, tipicamente primaverile. In Veneto vengono chiamati fiori di robinia: sono un grappolo di fiorellini bianchi, che in genere vengono raccolti quando sono ancora chiusi, perché il loro sapore è più intenso. Spesso si utilizzano per infusi e tisane, ma forse pochi sanno che sono utili anche per preparare gustose ricette, così come i fiori di sambuco.

Importanti per la produzione di miele, i fiori d'acacia vengono usati in cucina per preparare risotti, frittelle, marmellate e liquori. Hanno un sapore dolciastro e la loro consistenza si presta bene alla frittura. Le frittelle con i fiori d'acacia sono una ricetta povera, che possiamo trovare nelle saghe di paese o come street food.

Ingredienti

  • Fiori d'acacia freschi (15 grappoli)
  • Farina 00 (50 g)
  • Farina di riso (50 g)
  • Acqua gassata fredda (100 g)
  • Uovo (1)
  • Sale (qb)
  • Olio di semi per friggere (qb)

Come fare le frittelle con i fiori d'acacia

Per preparare le frittelle con i fiori d'acacia, iniziate staccando ogni singolo fiore dal grappolo. Riuniteli in una ciotola. Se pensate che possano essere sporchi, passateli sotto l'acqua corrente fredda, anche se questo passaggio potrebbe comprometterne il gusto e il profumo.

Svolate bene tutti i giorni e asciugateli molto delicatamente con della carta assorbente. In una ciotola, versate la farina con un pizzico di sale. Versate l'acqua gassata fredda, fino a coprirne la superficie. Amalgamate bene il composto per ottenere un impasto omogeneo ed aggiungete i fiori d'acacia, continuando a mescolare.

In una padella dai bordi alti, scaldate dell'olio di semi. Portatelo a 180°. Formate delle frittelle con l'impasto e versatele nell'olio non appena avranno raggiunto la temperatura. Giratele e fatele cuocere per qualche minuto. Eliminate l'olio in eccesso, quindi lasciatele asciugare su della carta assorbente.

Consigli

È importante che l'olio raggiunga la giusta temperatura. Se non avete un termometro da cucina, potete immergere il manico di un mestolo di legno nell'olio bollente e verificare che attorno si formi una schiuma a bollicine.

Secondo la ricetta tradizionale, non serve aggiungere lo zucchero a velo sulle frittelle, perché o fiori d'acacia sono già di per sé molto dolci, ma se vi piace l'effetto per la presentazione, potete aggiungerlo comunque.

Esistono diverse ricette per le frittelle con i fiori d'acacia, che variano da regione a regione. Potete anche lasciare i fiori appesi al loro grappolo e immergerli direttamente nella pastella e friggerli. In questo caso, potete utilizzare il gambo come "manico".

Conservazione

Potete conservare le frittelle con i fiori d'acacia per un paio di giorni in un luogo fresco e asciutto, possibilmente chiuse in un contenitore ermetico.