ingredienti
  • Ortiche 300 gr
  • Pecorino grattugiato 40 gr
  • uova grandi 4
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 29 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La frittata di ortiche è un secondo piatto semplice e creativo, perfetto per la primavera. Le foglioline fresche e tenere di questa pianta spontanea, che abbonda nei prati e in campagna durante le stagioni miti, vengono appassite in padella e poi unite a uova e pecorino grattugiato. Il risultato finale è una preparazione gustosa e nutriente, viste le sue innumerevoli proprietà benefiche. Conosciuta per il suo potere urticante, nel momento in cui entra in contatto con la pelle, si rivela invece un'erba versatile e dal sapore piacevolmente amarognolo, utilizzata in cucina per dare vita a risotti, paste fresche e pesto. L'importante è maneggiarla con dei guanti protettivi, quindi scottarla per qualche minuto prima di qualsiasi utilizzo. Scoprite come realizzare la frittata di ortiche seguendo passo passo la nostra ricetta e consumatela come antipasto o secondo in occasione di un pranzo in famiglia o una bella scampagnata fuori porta.

Come preparare la frittata di ortiche

pulire le ortiche

Utilizzando dei guanti protettivi, staccate le foglie di ortica dal fusto e mettetele man mano a bagno in acqua fresca (1).

scottare le ortiche

Scolate le foglie di ortica e trasferitene una buona parte in padella, quindi fatele scottare aggiungendo quelle restanti man mano che appassiscono (2).

sbattere le uova

In una ciotola sbattete le uova con il formaggio e un pizzico di sale (3).

aggiungere le ortiche

Aggiungete le ortiche e mescolate ancora (4).

frittata di ortiche

Ungete una padella antiaderente da 22 cm di diametro con un filo di olio e lasciatela scaldare sul fuoco; versate il composto di uova e ortiche (5), coprite con il coperchio e fate cuocere per qualche minuto.

cuocere la frittata

Quando la frittata apparirà appena rassodata anche in superficie (6), capovolgetela e proseguite la cottura anche dall'altro lato.

servire la frittata di ortiche

Trasferite la frittata in un piatto da portata, tagliatela a spicchi e servitela (7).

Consigli

Prima di maneggiare le foglie fresche delle ortiche, abbiate l'accortezza di indossare dei guanti in lattice, poiché manterranno il loro potere urticante finché non verranno lessate in acqua bollente.

Se non amate il sapore deciso del pecorino, potete sostituirlo con il parmigiano o il grana; se, invece, desiderate ottenere una pietanza dalla consistenza filante, aggiungete dei cubetti di provola, scamorza o mozzarella.

Potete arricchire la vostra frittata anche con dei dadini di salame o prosciutto crudo, per un risultato ancora più gustoso.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche il risotto alle ortiche.

Conservazione

La frittata di ortiche si conserva in frigorifero, all'interno di un apposito contenitore ermetico, per circa 1-2 giorni; nel caso in cui utilizziate degli ingredienti freschi, potete anche congelarla.