ingredienti
  • Spaghetti 360 gr • 365 kcal
  • Formaggio cremoso (tipo Philadelphia) 400 gr • 750 kcal
  • Guanciale 200 gr • 655 kcal
  • Zafferano 1 bustina • 310 kcal
  • Olio extravergine d’oliva q.b. • 29 kcal
  • Sale marino q.b. • 286 kcal
  • Pepe nero in polvere q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La finta carbonara è una variante light della tradizionale pasta alla carbonara, tipica della tradizione culinaria laziale. Una carbonara finta senza uova, ma condita con philadelphia, guanciale e zafferano: la pietanza ideale per chi è intollerante alle uova, o semplicemente non le ha in casa, e vuole preparare comunque un primo piatto gustoso e leggero. Ecco come prepararla in pochi e semplici passaggi.

Come preparare la finta carbonara

Scaldate in una padella un filo d'olio e fate rosolare l'aglio. Aggiungete il guanciale tagliato a striscioline e lasciate rosolare. Non appena il guanciale sarà ben dorato, aggiungere il formaggio spalmabile e lo zafferano e amalgamate fino a realizzare una cremina. Salate, pepate e spegnete il fuoco. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua bollente e salata, scolateli ad dente e versateli nella padella con il condimento. Saltateli per farli insaporire e servite ben caldo. La vostra finta carbonara è pronta per essere gustata con una spolverata di pepe.

Consigli

Al posto del guanciale potete utilizzare la pancetta oppure dei pezzetti di mortadella, da rosolare in padella senza l'aggiunta di olio.

Potete sostituire la philadelphia con la ricotta o con un altro formaggio spalmabile, e lo zafferano con 1 cucchiaino di curcuma: realizzerete comunque una finta carbonara leggera e saporita.

Se volete realizzare una finta carbonara vegetariana, sostituite il guanciale o la pancetta con zucchine o melanzane a cubetti.

Chi preferisce potrà invece preparare la classica carbonara, secondo la ricetta originale romana, con uova, guanciale e pecorino romano grattugiato.

Varianti

In alternativa potete preparare la finta carbonara con peperoni: in questo caso vi basterà cuocere i peperoni in forno, spellarli e poi frullarli fino ad ottenere una cremina omonegea. Aggiungete i peperoni nella padella con il guanciale rosolato, e cuocete per qualche minuto a fuoco medio. Cuocete la pasta, scolatela al dente e mantecatela nel sughetto per farla insaporire. Servite ben calda.