ingredienti
  • Filetto di salmone in salsa teriyaki
  • Filetti di salmone 700 gr
  • Salsa di soia 125 ml • 750 kcal
  • Mirin 1 bicchierino
  • Zenzero fresco 1 • 80 kcal
  • Aglio fresco 1 spicchio
  • Zucchero di canna 1 cucchiaino • 380 kcal
  • semi di sesamo bianco e nero q.b.
  • Pepe nero in grani q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il filetto di salmone in salsa teriyaki, conosciuto anche semplicemente come salmone teriyaki, è una ricetta della cucina giapponese ormai molto popolare e amata anche in Italia. Il termine teriyaki deriva dall'unione di due parole: teri, che significa lucido, splendente, in riferimento alla lucidità che assume il pesce con questa salsa, e yaki, che significa cotto su metallo, su griglia – piastra – padella. Il filetto di salmone in salsa teriyaki è una preparazione molto semplice, dal gusto agrodolce, perfetta per una cena raffinata dal tocco orientale. Prepararlo è molto facile: vi porterà via pochi minuti per un risultato eccellente.

Come preparare il salmone in salsa teriyaki

Filetto di salmone teriyaki

Sciacquate velocemente il salmone sotto l'acqua fresca corrente e rimuovete eventuali lische residue. Poi, utilizzando un coltello ben affilato, tagliatelo in tranci mantenendo la pelle (1).

salsa teriyaki

Preparate la salsa teriyaki: riscaldate la salsa di soia, poi trasferitela in una ciotola e scioglietevi lo zucchero di canna (2). Mescolate. Quindi aggiungete i restanti ingredienti: qualche grano di pepe, l'aglio sbucciato e tagliato a fettine, qualche fettina di zenzero fresco e il mirin.

Salmone teryiaki

Disponete il salmone in una terrina e ricopritelo con la salsa teriyaki (3). Copritelo con pellicola e fatelo marinare al fresco un paio d'ore, ricordandovi di girarlo di tanto in tanto.

Sesamo e bianco e nero

Nel frattempo fate tostare il sesamo sul fondo rovente di una padella antiaderente (4). Levate dal fuoco e tenete da parte. Arroventate il fondo di una padella pulita e sistematevi il filetto di salmone scolato dalla salsa. Sfumatelo con la salsa rimasta filtrata e procedete con la cottura per altri 2-3 minuti. Servite il salmone in salsa teriyaki ultimando con i semi di sesamo tostati.

Consigli

Per preparare la salsa teriyaki avete bisogno del mirin, una sorta di sakè dolce da cucina, fatto con riso glutinoso cotto a vapore e liquore di riso: potete comprarlo nei negozi specializzati ma anche in tanti supermercati ben forniti. Se proprio non riuscite a trovarlo, potete sostituirlo con dello sherry, avendo cura di usarne meno dato il sapore forte dell'alcol.

Accompagnate questo piatto con un'insalata fresca, meglio se con una punta di acidità che ben si sposa con la dolcezza del salmone: ad esempio un‘insalata di cavolo cappuccio o una coleslaw.

Conservazione

Vi consigliamo di mangiare subito il vostro salmone teriyaki, senza conservarlo in frigo. Se volete, potete usare per questa ricetta anche del salmone congelato. Potete invece conservare la salsa teriyaki a parte, per 1-2 giorni, in una bottiglietta di vetro riposta in frigo.