Falsi miti sul forno a microonde

Il forno a microonde è un elettrodomestico sempre più conosciuto e apprezzato che, negli anni, è riuscito a cambiare il nostro modo approccio in cucina. Incredibilmente veloce, ottimo per cuocere, scaldare o scongelare, il forno a microonde, a differenza di quello tradizionale, non funziona per irraggiamento o conduzione, ma per "campi magnetici" prodotti da microonde in grado di agire sulle particelle di acqua contenute negli alimenti.

Tanti sono i misteri e i falsi miti che accompagnano da sempre la cottura al microonde: c'è chi dice che modifichi gli alimenti, chi teme che le onde possano muoversi nello spazio della cucina e chi si chiede se in cottura si producano radiazioni nocive per la nostra salute. Verità o leggenda? Scopriamolo insieme.

 1. Le microonde alterano i cibi?

Come cucinare nel microonde: trucchi e consigli

Questo è forse il dubbio più grande – sicuramente il più comune – e la risposta è semplicemente no, il forno a microonde non altera i cibi, non li rende in alcun modo radioattivi e non li impoverisce da un punto di vista nutrizionale. Semmai è vero il contrario: cuocere al microonde, così come cuocere al vapore, è annoverato tra i metodi migliori per preservare le sostanze nutritive dei cibi. La cottura al microonde, in realtà, non differisce molto da una bollitura o da una cottura al vapore, perché avviene proprio tramite il surriscaldamento delle particelle di acqua presenti negli alimenti.

2. Le onde rendono radioattivi o cancerogeni gli alimenti?

Assolutamente no: nel microonde si sviluppano campi elettromagnetici, non di flussi di neutroni. Lo spighiamo meglio? Le onde agiscono sull'acqua presente negli alimenti e le radiazioni prodotte sono così "deboli" da non poter in nessun modo incidere o modificare le cellule del cibo, rendendole cancerogene. Insomma niente paura: cuocere al microonde non modificherà geneticamente i vostri peperoni e non li trasformerà in uno sformato di patate.

3. Il forno a microonde interferisce con altri elettrodomestici?

Ecco un altro falso mito: i forni a microonde non impattano in nessun modo il funzionamento di altri elettrodomestici. Fino a qualche tempo fa girava voce che il forno a microonde interferisse con le reti wireless ma anche questa si è rivelata una falsa notizia.

4. Le microonde fuoriescono dal forno?

Sono piccole onde di energia, non fantasmi e no, non escono dal vostro forno per girare indisturbati per la cucina. Quando aprite lo sportello del microonde, anche se il tempo di cottura non è terminato, le onde semplicemente si interrompono e non possono in alcun modo "uscire" dal forno.

5.  Posso usare tutti i tipi di contenitore?

Se non avete a disposizione dei contenitori appositi per la cottura in microonde (di quelli che troviamo facilmente in commercio) potete utilizzare contenitori in vetro, coccio o ceramica. Non usate mai contenitori in alluminio o plastica in cui non sia specificata la dicitura di utilizzo in microonde.

6. Possiamo usare il microonde per scongelare i cibi?

Sì, ma anche in questo caso occorre seguire delle semplici regole perché se è vero che non altera i valori nutrizionali degli alimenti, è anche vero che il forno a microonde è meno efficace nell'eliminazione dei batteri presenti nel cibo: ad esempio, una volta scongelato il prodotto dovrete consumarlo in poco tempo e non ricongelarlo per nessun motivo. Se poi volete imparare a scongelare nel modo corretto e sicuro, potete dare un occhio alla nostra semplice guida.