video suggerito
video suggerito
ricetta

Cutumè: la ricetta delle frittelle dolci siciliane con ricotta e miele

Preparazione: 10 Min
Cottura: 15 Min
Riposo: 2 ore
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Maria Matichecchia
98
Immagine

ingredienti

Ricotta vaccina
250 gr
semola rimacinata di grano duro
200 gr
Uova
2
Zucchero semolato
1 cucchiaio
Cannella
q.b.
ti servono inoltre
Olio di semi di arachide
400 ml
Miele millefiori
200 gr
Arancia
1
Olio extravergine di oliva
q.b.

I cutumè sono una specialità tipica della pasticceria siciliana particolarmente diffusa nella zona di Ragusa e di Catania. Si tratta di deliziose ciambelline dolci, confezionate con un impasto morbido ma consistente a base di ricotta, uova e semola rimacinata di grano duro, fritte in olio di semi bollente e servite poi con uno sciroppo al miele, aromatizzato all’arancia.

Una vera delizia, dorata e fragrante, perfetta da servire a merenda, per la gioia di grandi e piccini, o portare in tavola come squisito dessert di fine pasto, in occasione di una cena con ospiti speciali, insieme a un bicchierino di passito o altro vino liquoroso.

Il termine cutumè deriva dal greco xutos, che significa mucchietto: in origine sembra infatti che queste golose frittelle venissero preparate con una pastella più morbida e fluida, tuffata a cucchiaiate o, appunto, a piccoli mucchietti, nell’olio caldo e che, solo in seguito, grazie all’aggiunta di una maggior quantitativo di farina tra gli ingredienti, abbiano assunto la caratteristica forma a ciambella che oggi tutti conosciamo.

Per una riuscita ottimale ti suggeriamo di lasciar riposare l’impasto in frigo, una volta pronto, per almeno un paio d’ore, così da renderlo facilmente modellabile, e di immergere poi i dolcetti, pochi pezzi per volta, nell’olio di semi portato alla temperatura di circa 175 °C: in questo modo il fritto risulterà croccante al punto giusto e per nulla unto.

Se desideri, puoi cospargere i cutumè con la scorza grattugiata dell’arancia, come abbiamo fatto noi, ma anche con uno strato leggero di zucchero a velo o con della cannella in polvere.

Qui abbiamo optato per della ricotta vaccina, dal gusto leggero e delicato, ma a piacere puoi sostituirla con una di pecora o di capra, più aromatica e saporita: l’importante, quale che sia la tua scelta, sarà lasciarla scolare per bene dal siero e lavorarla poi con i rebbi di una forchetta, in modo da ottenere un composto asciutto e cremoso.

I cutumè andrebbero consumati caldi e fragranti, sul momento. Se dovessero avanzare si conservano a temperatura ambiente, sotto a una campana di vetro, per 1 giorno massimo.

Scopri come preparare i cutumè seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche le iris.

Come preparare i cutumè

Raccogli in una ciotola la ricotta, ben scolata dal siero, e lavorala con i rebbi di una forchetta 1 fino a ridurla in crema.

Aggiungi le uova 2.

Prosegui con la semola rimacinata di grano duro 3.

Unisci lo zucchero 4.

Spezia con un pizzico di cannella in polvere 5.

Amalgama con cura gli ingredienti, fino a ottenere un composto morbido e omogeneo 6.

Forma un panetto, copri con un foglio di pellicola trasparente 7 e lascia riposare in frigo per almeno un paio d'ore.

Trascorso il tempo di riposo, preleva tante piccole porzioni d'impasto e, con le mani leggermente unte d'olio extravergine di oliva, forma tante polpettine 8.

Pratica con un dito un foro al centro, in modo da realizzare tante ciambelle, e sistemale su una teglia rivestita con carta forno 9.

Scalda abbondante olio di semi in un pentolino, immergi le ciambelline 10 e lasciale cuocere un paio di minuti per lato.

Quando saranno dorate e fragranti, prelevale con un mestolo forato 11 e lasciale asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina.

Raccogli in un pentolino il miele insieme al succo dell'arancia filtrato 12, metti sul fuoco, portata dolcemente a bollore e lascia cuocere su fiamma bassissima per circa 5 minuti, mescolando spesso.

Trasferisci le frittelle su un piatto da portata e irrorale con il miele caldo 13.

Guarnisci i cutumè con la scorza dell'arancia grattugiata 14, porta in tavola e servi.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
98
api url views