Anche se la quarantena ci costringe a restare in casa, ora più che mai è importante seguire un’alimentazione sana che assecondi la stagionalità. Oltre al notevole vantaggio economico, consumare frutta e verdura di stagione, aiuta a rafforzare le nostre difese immunitarie, e ora più che mai ne abbiamo bisogno.

Con l’arrivo del mese di aprile possiamo finalmente godere dei frutti della primavera. Sui banchi dei mercati primeggiano i colori e fanno capolino frutti deliziosi come le fragole e le nespole. Aprile è un buon momento per iniziare a depurare il nostro organismo, preparandolo all’arrivo dell’estate.

Se i frutti sono più dolci, le verdure come asparagi, carciofi, cicoria e ortica, sono leggermente più amare, ma hanno un alto potere drenante e detossificante. Via libera a tisane, centrifughe e insalate fresche, per sentirci subito più leggeri e in forma. Ad aprile tornano anche le fave, legumi tipici del periodo pasquale, ottime da accompagnare al formaggio. Siete pronti a riempire i vostri carrelli con tutte le delizie primaverili di questo mese?

La verdura di stagione di aprile

La scelta tra le delizie dell’orto del mese di aprile è ampia. Restano nel carrello alcune verdure tipiche della stagione precedente come broccoli, cavolfiori e verza, ma fanno il loro trionfale ingresso fave, piselli, porri, cipollotti, spinaci, bieta a coste, cicoria, radicchio e ortica, oltre agli asparagi e ai carciofi, già presenti dal mese di marzo.

Fave: proprietà e benefici

Le fave sono legumi di colore verde chiaro avvolte da un baccello di un verde più intenso, vellutato all'interno. Meno caloriche rispetto agli altri legumi, sono ricche di sali minerali come ferro, potassio e calcio. Contengono, inoltre, vitamine del gruppo B, fibre e proteine. Tutti nutrienti importanti che fanno bene al cuore e al sistema nervoso. Le fave si possono gustare crude, da consumare come semplice spuntino o antipasto, oppure cotte, da utilizzare per la preparazione di diverse ricette.

La cicoria è una verdura a foglia larga, ricca di vitamine e sali minerali, appartenente alla famiglia delle asteraceae. Si caratterizza per il suo sapore amarognolo e in cucina si presta a numerose preparazioni. Particolarmente saporita è la cicoria selvatica che cresce spontaneamente nei campi, ottima per minestre e zuppe a base di patate o legumi.

L’ortica è una pianta spontanea ricca di flavonoidi. Questa caratteristica la rende un alimento dall’alto potere depurativo e disintossicante, tanto da essere conosciuta come vera e propria erba medica, fin dai tempi dell'antica Grecia. È ottima per contrastare la cellulite e la ritenzione idrica, eliminando le scorie e le tossine. Via libera a tisane, lasciando le foglie direttamente a infusione in acqua calda.

La frutta di stagione di aprile

Mentre ci salutano alcuni agrumi come le arance e i mandarini, restano nel carrello mele, pere e kiwi. Tra le primizie spiccano fragole e nespole, entrambe presenti per pochi mesi all’anno. Sono loro le protagoniste indiscusse dei banchi di frutta. Un acquisto a cui è impossibile rinunciare.

Le fragole sono un'ottima fonte di vitamina C, ricche di antiossidanti e povere di minerali. Perfette per un delizioso spuntino o come sostituto del dolce, specialmente se accompagnate da tanta panna montata. Fare una scorpacciata di fragole ad aprile è un desiderio piuttosto comune e con le fragole si possono preparare dei dolci ottimi, come il tiramisù e la cheesecake.

Le nespole sono costituite per lo più da acqua, contengono pochi carboidrati e hanno un ridotto contenuto calorico. In compenso sono ricche di sali minerali e fibre, caratteristica molto utile per la regolarità intestinale. Contengono vitamina C e sono considerate un vero antipiretico naturale. Se desiderate consumarle tutto l'anno, questo è il momento giusto per farne una bella scorta e divertirsi in cucina a preparare delle squisite marmellate.

Il pesce di aprile

In questo caso non si tratta di uno scherzo. Con l’arrivo della primavera le nostre tavole si arricchiscono di tante specie differenti di pesce, gustose e nutrienti, ideali per preparare piatti semplici ma d'effetto, come zuppe, primi e secondi piatti. Abbiamo già ribadito l'importanza di acquistare pesce fresco in base alla stagionalità, per fare il pieno di tutti i suoi benefici. Se pescato senza tecniche invasive, il pesce di stagione mantiene inalterate tutte le sue proprietà nutritive, come la concentrazione di Omega 3, sali minerali, fosfolipidi e vitamine. Un vero toccasana per il nostro organismo.

Ad aprile è il pesce azzurro a farla da padrone: acciughe e sardine, fonte di omega 3, preziose alleate per il nostro cervello, e facili da gustare e preparare. Ma anche pesce spada, ottimo da preparare alla piastra, nasello, dentice, tonno, triglie, cefali, sogliole e rana pescatrice, perfetta per preparare una squisita zuppa.

Tra i pesci consigliati questo mese troviamo lo sgombro, pesce azzurro dall’alto valore nutrizionale molto diffuso nel Mar Mediterraneo. Lo sgombro è un vero toccasana per il nostro organismo. Ricco di Omega 3, contiene minerali come ferro, potassio, magnesio, fosforo, rame e iodio, vitamine del gruppo B e vitamina D che favorisce l’assorbiremo del calcio, rafforzando le ossa. Potrete dare spazio alla vostra creatività in cucina, sfilettandolo, per gustare i suoi teneri filetti alla brace o al forno.