Cosa comprare al mercato a marzo: verdura, frutta e pesce di stagione

È in arrivo la primavera e il carrello della spesa si tinge di nuovi colori. Marzo è il mese di passaggio tra il freddo dell’inverno e il clima più mite tipico della primavera, durante il quale si verifica un turnover di prodotti che andremo ad acquistare nei mesi a venire. Resta ancora nel carrello molta frutta e verdura dei mesi invernali, come broccoli, cavolfiori, verza, mele, pere e mandarini, ma nei banchi del mercato iniziano a fare capolino gli attesissimi asparagi, gli agretti, il topinambur, e le fragole.

L’acquisto di frutta e verdura di stagione è importante e conveniente anche dal punto di vista economico. Gli ortaggi di stagione non hanno bisogno di serre per crescere, non si consuma energia aggiuntiva per farli maturare perché sfruttano già quella solare, per questo motivo costano meno.

La verdura di stagione a marzo

Asparagi, cipollotti, agretti, ma anche carciofi, cicoria, taccole, patate novelle, finocchi, lattuga e topinambur. Sono queste le delizie dell’orto del mese di marzo.

Gli asparagi vantano riconosciute proprietà diuretiche e depurative. Poveri di sodio sono ricchi di vitamina C e vitamina B9. In cucina sono molto versatili e si prestano bene a ogni genere di piatto. Ottimi per preparare una frittata o una torta salata, ma anche numerosi primi piatti come risotti. Sono buoni da gustare anche semplicemente sbollentati, all’inizio del pasto o come contorno. È preferibile consumarli freschi, poichè si possono  conservare in frigo al massimo per due giorni.

I carciofi sono un alimento prezioso per la salute del fegato, alle loro proprietà depurative. Ricchi di potassio, contengono cinarina, il cui nome fa subito pensare al noto distillato a base di carciofo, una sostanza che favorisce la secrezione renale e la diuresi. Per questo sono indicati per combattere colesterolo e diabete. In cucina sono squisiti al forno o nella tipica ricetta romana "alla giudia".

Il topinambur è una radice dalle numerose proprietà benefiche. Disintossicante, gluten free, ad alto contenuto proteico, nemico di stress, stitichezza e problemi di digestione, un vero toccasana per il nostro organismo. Può essere consumo sia crudo che cotto a vapore, al forno o in padella. Una volta acquistato può essere conservato in frigo per una settimana nel cassetto della frutta, all'interno di un sacchetto per alimenti.

La frutta di stagione a marzo

Marzo è un mese ancora buono per godere delle proprietà benefiche di agrumi come cedri, pompelmi, limoni e arance. Ma si possono trovare anche i mandarini tardivi che sono tipici di questo periodo, con i quali possiamo preparare una squisita marmellata da gustare durante i mesi estivi. Ideale da spalmare sulle fette biscottate per la prima colazione o per farcire cornetti e crostate. Resta ancora nel carrello la frutta invernale come mele, pere e kiwi.

Tipico frutto del mese di marzo è l’avocado ricco di beta-carotene e potassio, anche se ormai lo troviamo in diverse stagioni: la gran parte degli avocado, infatti, sono infatti coltivati in serra. Quando li acquistate, dunque, fate attenzione alla provenienza.

Questo mese compaiono anche le prime fragole, ma bisogna fare attenzione che siano realmente primizie e non si tratti di frutta importata.

 

Il pesce di stagione a marzo

La stagionalità non riguarda solo frutta e verdura: anche nei mari, infatti, in ogni stagione, ci sono pesci maggiormente disponibili a seconda del loro ciclo migratorio. Scegliendo pesce di stagione contribuiremo al ripopolamento dei mari aiutando l’ambiente oltre a risparmiare decisamente sulla spesa.

Tra i pesci consigliati per questo mese troviamo le acciughe, fonte di omega 3, preziose alleate per il nostro cervello, e facili da gustare e preparare. Ma anche la ricciola, ottima da preparare al cartoccio, gli scampi, lo sgombro, le triglie e le vongole veraci ideali per un delizioso sautè.

Tra le varietà di pesce meno conosciuti c’è l’occhiata, simile al sarago, da cui si distingue per la sua forma ovale e piatta, per i suoi occhi molto grandi e per la caratteristica macchia scura all'attaccatura della pinna caudale. Ottima da preparare al forno.