lavazza-coronavirus-solidarietà

Dieci milioni di euro a sostegno della sanità durante l’emergenza sanitaria. Questa la donazione che Lavazza ha stanziato per i progetti della sanità, della scuola e delle fasce deboli della Regione Piemonte. L’azienda torinese, fondata nel 1895 da Luigi Lavazza, spiega che la donazione è dovuta alla volontà di “dare un segnale positivo e di impegno concreto nella convinzione che con il contributo congiunto e immediato di tutti si possa uscire dall’emergenza e consentire all’Italia di ripartire”.

La ditta produttrice di caffè ha intravisto un pericolo nel Covid-19 fin dai primi focolai ed ha attivato il servizio di consegna gratuita in tutta Italia fino al 3 aprile con l’invito a restare a casa; anche se ricordiamo che si può uscire per la spesa. I fondi sono stati già divisi tra diverse iniziative.

lavazza-covid19

Di questi 10 milioni i primi sei saranno offerti alla Regione Piemonte per il sostegno concreto all’emergenza Covid -19, affinché si possano acquistare più attrezzi possibili alle strutture sanitarie che affrontano questa situazione.

Tre milioni saranno devoluti alla Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi, che sta raccogliendo fondi per acquistare nuove apparecchiature per le terapie intensive e i presidi di pronto soccorso, oltre ad un’apparecchiatura in grado di velocizzare i test sul virus da installare all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, per fornire kit igienizzanti gratuiti alle scuole torinesi e infine, per sostenere gli anziani in difficoltà economiche in questa fase di crisi. Allo stesso progetto partecipa anche il manager Carlo Ricatto che sta donando le pizze agli operatori sanitari.

L’ultimo milione sarà destinato a diversi enti e associazioni attive sul territorio piemontese che sostengono le fasce più deboli e disagiate dei cittadini.

Lavazza e il sociale

Da sempre l’azienda torinese si è distinta per iniziative lodevoli. Dal 2014 pubblica il bilancio online e tanti fondi sono stati devoluti a importanti opere di beneficenza. Lavazza ha aderito al Global Contact e al Global Goals per ridurre le emissioni di CO2 attraverso dei principi in collaborazione con l’ONU ed è sostenitrice di Save the Children oltre a partecipare a numerose iniziative sul territorio piemontese. Le industrie del caffè sono spesso additate come “nemiche” dell’ecologia e Lavazza si impegna per contrastare questa idea di fondo in maniera concreta.