ricetta

Confettura di amarene: la ricetta della conserva golosa e genuina

Preparazione: 20 Min
Cottura: 60 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 vasetti da 250 gr
A cura di Claudia Gargioni
135
Immagine
ingredienti
Amarene fresche (già snocciolate)
1 kg
Zucchero
600 gr

 La confettura di amarene è una conserva casalinga davvero squisita. Dolce, ma con un retrogusto piacevolmente amarognolo, è ottima da spalmare su fette biscottate o pane tostato, insieme a un velo di burro, a colazione e merenda. Può essere utilizzata per farcire torte, crostate o cornetti, guarnire dello yogurt bianco naturale o accompagnare dei formaggi stagionati all'ora dell'aperitivo. La sua preparazione è molto semplice: ti basterà lavare accuratamente le amarene, snocciolarle e poi cuocerle in una pentola con lo zucchero, fino a ottenere una consistenza gelatinosa.

Una volta pronta, sistema la confettura ancora bollente nei vasetti di vetro sterilizzati, mettili a testa in giù e lascia raffreddare completamente, in modo tale che si crei il sottovuoto. Trasferiscila poi in un ambiente fresco, asciutto e al riparo da fonti di luce: potrai così conservarla per diversi mesi. Per un risultato impeccabile, è importante che le amarene siano ben mature, sode e prive di macchie; alla stessa famiglia appartengono anche le visciole e le marasche, ideali per la preparazione di liquori e conserve.

Per aiutare la confettura ad addensarsi, puoi aggiungere qualche goccia di succo di limone, un gelatificante naturale ricco di pectina. Puoi arricchire la preparazione anche con delle spezie, come vaniglia, cannella, cardamomo o zenzero, per un tocco fresco e pungente. Se non trovi le amarene puoi utilizzare le ciliegie, in questo caso diminuisci di 100 gr la quantità di zucchero.

Scopri come realizzare la confettura di amarene seguendo passo passo procedimento e consigli.

Come preparare la confettura di amarene

Lava bene le amarene, poi elimina il picciolo e con l’aiuto di una cannuccia snocciolale facendo una leggera pressione sul foro centrale 1.

Disponile man mano in una terrina 2.

Aggiungi lo zucchero semolato 3.

Mescola per bene e poi versale in una pentola dai bordi alti 4.

Accendi il fuoco e mescola per bene 5.

Fai cuocere a fuoco basso per circa un’ora mescolando spesso, poi di tanto in tanto elimina la schiuma che si formerà in superficie 6.

A cottura quasi ultimata, puoi scegliere se frullare la confettura con un frullatore a immersione in modo da avere una consistenza più liscia 7 o puoi lasciarla a pezzi.

Fai la prova del piattino: versa un poco di confettura un su piattino e inclinalo leggermente; se la confettura rimane ferma o scivola lentamente, è pronta 8. Se così non fosse, prosegui la cottura per qualche minuto ancora.

Versa la confettura ancora calda nei vasetti precedentemente sterilizzati 9.

Lascia circa 1 cm di spazio fra il bordo e il coperchio e chiudi ermeticamente 10. Metti i vasetti ben chiusi a testa in giù e lascia raffreddare completamente.

Gusta a piacere 11.

Consigli

Prima di trasferire la confettura in dispensa, assicurati che si sia creato correttamente il sottovuoto: il coperchio dei vasetti non deve presentare un rigonfiamento centrale, ma deve essere concavo; metti un dito al centro del tappo e premi: se l'operazione è riuscita, non sentirai nessun clik-clak. In alternativa, puoi battere con un cucchiaio sul coperchio: se emette un suono metallico, il barattolo è sottovuoto.

Conservazione

La confettura di amarene si conserva a temperatura ambiente, in un luogo fresco e asciutto, per circa 5 mesi; una volta aperta, puoi conservarla in frigorifero e consumarla entro 4 giorni.

135
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
135