Tra gli ingredienti simbolo della nostra tradizione culinaria, immancabile nelle nostre cucine e nelle nostre ricette e fonte d'ispirazione per chef e poeti: di cosa parliamo? Di pomodoro, naturalmente. Proprio quel pomodoro che, dietro la sua innegabile bontà, nasconde un livello di acidità molto alto che può rovinare i nostri piatti o provocare fastidiosi bruciori di stomaco, specialmente se si tratta di pomodori pelati in scatola o salsa di pomodoro. Come è possibile ovviare a questo problema, eliminare l'acidità e non rinunciare così a un delizioso piatto in cui il  pomodoro, in ogni sua forma, sia il vero protagonista? Ecco 8 semplici ed efficaci metodi per dire addio all'acidità dei pomodori.

1. Zucchero

Probabilmente il metodo più conosciuto e più semplice per ridurre l'acidità del sugo di pomodoro è usare lo zucchero. Quando il vostro sugo inizia a sobbollire, unite il sale e un pizzico di zucchero bianco o di canna, quindi mescolate: lo zucchero riuscirà a controbilanciare ed eliminare l'acidità del pomodoro, senza per questo modificarne il sapore o addolcire il vostro piatto.

2. Bicarbonato

Il metodo della nonna, quello infallibile: usare il bicarbonato di sodio. Anche in questo caso, durante la cottura del sugo, vi basterà aggiungerne un pizzico per evitare che il vostro piatto di spaghetti al pomodoro vi lasci un fastidioso sentore di acido. Non spaventatevi se, aggiunto il bicarbonato, sulla superficie del sugo si formeranno delle piccole bollicine: è il segno che il bicarbonato sta facendo il suo dovere, assorbendo l'acidità.

3. Eliminate la buccia o i semi

Un metodo infallibile per ridurre l'acidità del pomodoro, nel caso in cui usiate pomodori freschi, è eliminarne la buccia: per farlo vi basterà portare a ebollizione abbondante acqua calda, aggiungere i pomodori e farli cuocere per dieci minuti; una volta scolati poi, metteteli a bagno in acqua fredda, così potrete facilmente spellarli senza scottarvi le mani.

I semi, insieme alla buccia, contengono la maggior parte degli acidi e per questo eliminarli può essere un ottimo rimedio. All'inizio sembrerà un'operazione un po' laboriosa ma in realtà è molto semplice: vi basterà tagliarli a metà e con un coltello ben affilato togliere i semi, facendo attenzione a non eliminare anche la polpa.

4. Cannella e noce moscata

Se usate i pomodori pelati in scatola o in bottiglia, potete "smorzare" l'acidità, aggiungendo in cottura mezzo cucchiaino di cannella o di noce moscata. Con questo metodo eliminerete l'acidità senza compromettere il sapore del vostro sugo; ma fate attenzione a non esagerare: la proporzione corretta è mezzo cucchiaino di spezia per un chilo di pomodori.

5. Patata o carota

Forse non tutti sanno che le patate e le carote hanno il potere di assorbire in parte l'acidità del pomodoro, soprattutto se si parla di passata di pomodoro. Sbucciate e tagliate una patata o una carota, tagliatele in 4 parti, fatele cuocere insieme alla passata e toglietele solo a fine cottura. La vostra passata risulterà notevolmente meno acida.

6. Scegliete una tipologia più dolce come i datterini

Se non volete rinunciare a uno spaghetto al pomodorino fresco ma temete l'effetto acidità, il consiglio è di scegliere i pomodori datterini, tra le varietà meno acide e più dolci. Piccoli ma dal grande sapore, somigliano a dei datteri (di qui il nome) e contengono un basso livello di acidità, fattore che ne garantisce la dolcezza.

7. Brodo vegetale

Nel caso in cui stiate utilizzando la passata di pomodoro, un ottimo metodo per ridurne il tasso di acidità è unire 1/2 bicchiere di brodo vegetale o sciogliere 1/2 dado durante la cottura. Quello del brodo vegetale è un metodo molto particolare che, oltre a contrastare l'acidità, donerà sapore e profumo al vostro sugo di pomodoro.

8. Riducete i tempi di cottura

Se non volete ricorrere a zucchero, bicarbonato, brodo o cannella non vi resta che una cosa da fare: cuocere il pomodoro il meno possibile perché, forse non lo immaginate, ma il pomodoro più cuoce e più diventa acido. Se state preparando una ricetta che prevede, tra gli ingredienti, anche i pomodori, fate attenzione a unirli per ultimi, così da cuocerli meno tempo e ottenere una pietanza con un basso livello di acidità.