Parmigiano, pecorino, provolone: la nostra tradizione culinaria è colma di formaggi, proprio come il nostro frigorifero. Come per tutti gli alimenti, per assaporare i formaggi in tutto il loro gusto, tra fragranze più o meno forti, è importante conservarli nel modo corretto. Cotone, plastica o pellicola? Sappiamo che non tutti hanno a disposizione una cantina, ma come fare allora a preservare i nostri formaggi da processi di deterioramento e averli sempre a disposizione? Ecco una guida semplice, con trucchi e consigli per conservare parmigiano e formaggi stagionati, tra metodi classici e miti da sfatare.

1. Sacchetto di cotone

Un metodo classico che ci riporta con il pensiero alle antiche tecniche contadine di conservazione del formaggio: per mantenere intatti sapore e consistenza del vostro parmigiano, riponetelo in un sacchetto di cotone 100% naturale, assicuratevi che sia bene chiuso con un laccetto e riponetelo in frigo. Con questo metodo potrete conservare i formaggi stagionati, mantenendone intatte tutte le proprietà organolettiche per due o tre settimane: il cotone infatti garantisce un buon livello di areazione, fondamentale per evitare che si deteriori.

2. Contenitore per alimenti

Conservare i formaggi  stagionati in appositi contenitori per alimenti con sistema anti-condensa – meglio se in vetro o plastica resistente e ben chiusi – è certamente un metodo semplice quanto efficace per averli a disposizione fino a 4 settimane. Se avete acquistato da poco un frigorifero, probabilmente li avrete avuti in dotazione, diversamente nei negozi per la casa ne troverete di ogni forma e grandezza, da sistemare nel ripiano meno freddo del frigo.

3. Carta per formaggi

Un metodo di recente scoperta, decisamente efficace ed economico: per poter conservare i vostri formaggi stagionati nell'apposita carta per formaggi, non dovrete far altro che recarvi in un qualsiasi supermercato e cercare la carta nel ripiano dove solitamente trovate la pellicola o la carta forno. Con questo metodo i formaggi potranno conservarsi, in frigo, per circa una settimana: meglio, per questo utilizzare questo metodo per piccole porzioni da consumare a stretto giro.

4. Sottovuoto

Se avete bisogno di conservare per lungo tempo i vostri formaggi stagionati, il miglior modo è senza dubbio è metterli sottovuoto. Se a casa non avete a disposizione l'apposita macchinetta, provate a chiedere al vostro salumiere di fiducia. Controllate che non ci sia aria all'interno quindi sistemate i vostri formaggi nel ripiano più basso del frigorifero, in questo modo potrete conservarli per 2-3 mesi, una volta aperti invece, conservateli seguendo uno dei metodi precedenti.

Qualche consiglio

Qualunque sia il metodo che avete scelto, per conservare i vostri formaggi stagionati è importante seguire alcune semplici regole:

  • pellicola trasparente: è una cattiva abitudine quella di avvolgere i formaggi nella pellicola trasparente, questa infatti corre il rischio di "soffocare" i formaggi che per una corretta conservazione hanno bisogno di "respirare" così da non seccarsi o peggio, creare muffe;
  • troppo caldo o troppo freddo: la temperatura ideale per conservare i formaggi stagionati oscilla tra gli 8 °C e i 10 °C; il troppo freddo infatti blocca le proprietà organolettiche, mentre il troppo caldo favorisce un rapido deperimento.