Medici, infermieri e personale sanitario di Napoli avranno caffè e cene gratis da Opera, il ristorante di Guido Guida, e nei bar a lui associati. L’iniziativa dell’imprenditore, in occasione della riapertura, è un segnale di gratitudine nei confronti degli eroi del Covid-19 e della moglie infermiera, "questa emergenza l’ho toccata con mano sotto ogni aspetto, sia come uomo che come imprenditore.  Per questo motivo, in vista della ripartenza, ho deciso con i miei soci di esprimere la nostra gratitudine con una gara di solidarietà. Nel mese di giugno, nei bar di via Luca Giordano e via Solimena basterà mostrare il tesserino sanitario per bere un caffè senza passare dalla cassa. Da Opera Restaurant in via Simone Martini, ai camici bianchi in borghese offriremo una degustazione. Bisognerà telefonare per prenotarsi dal lunedì al giovedì".

Le cene da Opera con chef Campagnola

Sono diverse le iniziative messe in campo dalla proprietà dei ristoranti. All’apertura subito il nuovo menu curato dallo chef Raffaele Campagnola, ex braccio destro di Gianluca D’Agostino allo stellato Veritas. I coperti sono stati ridotti a 20, la carta è incentrata sulla creatività del cuoco e sui prodotti di stagione: interessante tra gli antipasti la tartare di Fassona, crema di sedano rapa, colatura di alici, scarola al mosto cotto, pinoli e tartufo nero e il tataki di tonno rosso, burrata e misticanza; tra i primi notevole lo spaghettone con cozze, fiori di zucca chiusi e pecorino mostrato in foto.

Grande maestria anche nei secondi e sui dolci, perché il cuoco classe 1986 ha grande esperienza in ogni partita della cucina. La filosofia di Campagnola è semplice, diretta ed efficiente proprio come lui: materie prime di alto livello, cotture semplici che rispettano la qualità dell’ingrediente, sapori esplosivi e cura dell’ambiente. Fino a prima della pandemia il ristorante era 100% plastic free, cosa che purtroppo non sarà più possibile almeno nei primi mesi della Fase 2.